Calabria7

‘Ndrangheta, Pittalis (FI): “Fate chiarezza su caso Lupacchini”

caso lupacchini

“Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, deve spiegare i reali motivi per i quali ha chiesto e ottenuto il trasferimento a Torino del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catanzaro, Otello ​Lupacchini”. Lo afferma, in una nota, Pietro Pittalis, deputato di Forza Italia. “Ufficialmente – continua – il guardasigilli ha preso questo provvedimento in seguito ad un’intervista a TgCom24 nella quale Lupacchini aveva criticato alcune iniziative della Procura distrettuale di Catanzaro che la Corte di cassazione guidata da Nicola Gratteri. Lo stesso Lupacchini ha trasmesso al ministro della Giustizia una relazione nella quale ha prontamente risposto alla richiesta, dello stesso ministro, di avere informazioni in merito a un’interrogazione parlamentare del senatore Iannone su presunti contrasti o criticità tra la Procura Generale e quella distrettuale di Catanzaro.

Di questa relazione, dalla quale emergerebbero diverse criticità e violazioni della Procura distrettuale di Catanzaro, non si è più avuta alcuna notizia e Bonafede – scrive il parlamentare – non ha mai risposto all’interrogazione in questione. Allo stesso tempo Lupacchini ha evidenziato il caso del Maggiore dei Carabinieri Gerardo Lardieri, il cui assoggettamento a procedimento penale è stato taciuto dalla Procura di Catanzaro all’atto della richiesta, da parte della stessa Procura, di concerto per l’incardinamento dell’Ufficiale nella Sezione di polizia giudiziaria distrettuale. Ho presentato un’interrogazione al ministro Bonafede e al ministro della Difesa Guerini – conclude – affinché vengano chiarite in modo approfondito, trasparente e tempestivo queste delicate vicende e queste notizie. Ci aspettiamo, almeno in questo caso, risposte esaustive e rapide”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“L’ape furibonda”, saggio su undici donne dirompenti del Mezzogiorno italiano

Carmen Mirarchi

Omicidio Scopelliti: 17 indagati, c’è anche Messina Denaro

manfredi

Russo: “Def, prospettive future difficili per Enti”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content