‘Ndrangheta, scarcerato Pasquale Forastefano, presunto boss recluso al regime duro del 41 bis

Tutti e 10 i capi d'accusa a suo carico sono stati annullati dal Tribunale del Riesame di Catanzaro per mancata solidità delle prove

È stato scarcerato Pasquale Forastefano, presunto boss coinvolto nell’inchiesta internazionale antidroga denominata “Gentlemen 2”. La decisione del Tribunale del Riesame di Catanzaro ha annullato tutti e dieci i capi d’accusa a suo carico, in seguito al rinvio della Corte Suprema di Cassazione. Accusato di essere il principale esponente di un’associazione internazionale dedita al traffico di droga e armi, Forastefano era stato tra i 25 arrestati nell’ambito dell’operazione “Gentlemen 2”. Tuttavia, il Tribunale del Riesame ha deciso di annullare le accuse dopo che la Cassazione ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Pasquale Di Iacovo e Cesare Badolato.

Dubbi sulla solidità delle prove

Dubbi sulla solidità delle prove

Gli avvocati di Forastefano hanno sollevato diversi dubbi sulla solidità delle prove presentate dall’accusa. Questa non è la prima volta che Forastefano si trova coinvolto in un processo di questa portata. Già nel 2022 era stato sottoposto al regime duro del 41-bis nell’ambito dell’operazione “Kossa”. Ciononostante, questa volta il verdetto è stato a suo favore, e il Tribunale del Riesame ha ordinato la sua immediata liberazione dal carcere di Parma, dove era detenuto nel regime duro del 41 bis.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
Durante la notte i malviventi hanno sfondato la porta, ma è immediatamente scattato l'allarme
La 20enne era stata rapita dal padre e non riusciva a tornare in Italia, a casa della mamma, per le vie legali
L’ateneo di Reggio Calabria ha potenziato l’offerta formativa per il prossimo anno accademico 2024/2025 con le nuove triennali
La vicenda giudiziaria ha avuto inizio nel 2011. Gli inquirenti contestarono una lunga serie di abusi edilizi, realizzati a partire dal 1979
Antonio Decaro ha partecipato ad un incontro in Calabria con il senatore Nicola Irto, l'arcivescovo Giovanni Checchinnato e il sindaco Caruso
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved