Calabria7

“Negozio del falso” tra le vie del centro, denunciato giovane reggino

"Petrolmafie Spa"

I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto della contraffazione di marchi e brevetti e dell’abusivismo commerciale, hanno individuato un “negozio del falso” tra le vie più importanti dello shopping reggino. In particolare, la Compagnia di Reggio Calabria, ha osservato un anomalo viavai di persone in prossimità di un appartamento di via Tenente Panella, in pieno centro.

Oltre 800 articoli contraffatti

I militari, dopo aver fatto irruzione nell’immobile, hanno scovato centinaia di articoli contraffatti, esposti su scaffalature e banconi, come in un normale negozio: scarpe, felpe, cappellini, borse, occhiali da sole, cinture, orologi, ecc. Tra le griffe contraffatte, le più note sono quelle di “Nike – Air Jordan”, “Louis Vuitton”, “Gucci”, “Rolex”, “Burberry”, “Dior”, “Valentino”, “Versace”, “Moncler”, “Emporio Armani”, “Dolce & Gabbana” e “Moschino”. Tra i prodotti contraffatti esposti, vi erano anche cosmetici, come ad esempio profumi “Paco Rabanne”, “Hugo Boss”, “Chanel”, “Prada”, “Versace”, “Armani”, “Gucci”, “Dolce & Gabbana”, “Lacoste”, “Dior” e “Bulgari” e creme per il viso “Lancome” e “Dior” nonché bottiglie di champagne “Moët & Chandon”.

All’esito della perquisizione sono stati sequestrati oltre 800 articoli di merce contraffatti e 400 euro in contanti nei confronti del responsabile dell’attività illecita, un cittadino italiano di 31 anni, denunciato, a piede libero, all’autorità giudiziaria reggina, che ha convalidato il sequestro d’iniziativa delle fiamme gialle. Sono in corso ulteriori indagini finalizzate alla ricostruzione dell’intera filiera del falso, per individuare i centri di produzione e di distribuzione delle merci contraffatte.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Contestato danno erariale per oltre un milione a Paola, in 17 sotto inchiesta

Manuela Lardieri

Coronavirus, la Cristallo sferza Pallaria per le sue dichiarazioni a Report

Danilo Colacino

Guida in stato di ebrezza alcolica, condannato a 6 mesi di arresto

Carmen Mirarchi
Click to Hide Advanced Floating Content