Calabria7

No all’accorpamento delle Camere di commercio, Limardo plaude a Mangialavori

“E’ con viva soddisfazione che esprimo un plauso al senatore Giuseppe Mangialavori, nell’apprendere, dalla sua comunicazione, il pericolo scongiurato di accorpamento delle Camere di commercio di Vibo Valentia e Crotone con quella di Catanzaro e mi congratulo con lui per il grande lavoro che sta facendo per l’intera Calabria e per la nostra città in particolare. Per la città di Vibo Valentia,infatti, è una notizia di straordinaria rilevanza, considerato che sino ad ora spesso abbiamo subito la spoliazione del territorio”.

Il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo, accoglie così la notizia del ritiro dell’emendamento al “Decreto Milleproroghe” per l’accorpamento di 14 enti camerali, tra i quali appunto quella di Vibo Valentia, che avrebbe introdotto il termine del 31 marzo 2020 entro il quale tutti i processi di accorpamento si sarebbero dovuti obbligatoriamente completare. “Un impegno per la città, quello di Mangialavori – sottolinea la Limardo – che si aggiunge ai due milioni ottenuti, grazie al suo lavoro, con l’approvazione della Manovra di bilancio, che permetterà al Comune di Vibo di ricevere fondi per la realizzazione di importanti opere pubbliche. Una vicinanza all’amministrazione comunale, che ha già dato importanti risultati, e che assieme a quella su cui possiamo contare da parte della Regione Calabria con Jole Santelli, fa sì che la città di Vibo Valentia riacquisti quella centralità del territorio che le è consona”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Regione Calabria: si chiude la legislatura, martedì ultimo Consiglio

Mirko

Sanità, Siclari (FI): “Neanche un euro per assistenza”

Matteo Brancati

Catanzaro, Mirarchi sul quartiere Lido: ci sono ritardi, ma arriveranno le risposte

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content