Calabria7

Non accetta la fine del rapporto, divieto di avvicinamento per 43enne cosentino

serra san bruno

Ha continuato a maltrattare l’ex compagna non accettando la fine del loro rapporto sentimentale. L’ha costretta a subire passivamente denigrazioni e umiliazioni, schiaffeggiandola e minacciandola di non farle più vedere la loro bambina. Fino a quando la donna ha trovato il coraggio di denunciare tutto alla polizia, a ridosso dell’ennesima aggressione subita in pieno centro cittadino.

Il personale della Squadra Volante della Questura di Cosenza ha dato così esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare coercitiva del divieto di avvicinamento alla parte offesa e ai luoghi da lei frequentati, emessa dal gip presso il Tribunale ordinario di Cosenza, a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica diretta da Mario Spagnuolo, nei confronti di R.L., 43enne di Cosenza, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. L’uomo, noto alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti di polizia, tra i quali rapina, non può più avvicinarsi a tutti i luoghi frequentati dalla donna e di non comunicare più con la stessa sia telefonicamente che telematicamente.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Russo (Cisl): “Sud, grande assente nell’azione del Governo”

manfredi

Gettonopoli a Catanzaro, il gip boccia la richiesta di archiviazione per 19 indagati

Mimmo Famularo

Coronavirus nel Catanzarese, scuole chiuse a Soverato e Satriano

Gabriella Passariello
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content