Calabria7

Non è l’Arena, Giletti rincara la dose su Polimeni Jr e…Catanzaro

di Danilo Colacino – In diretta su La7 non si placa la polemica…a distanza fra il conduttore Massimo Giletti e i giornalisti Luca Telese e Alessandro Cecchi Paone.

Si sostiene infatti che la citazione del presidente del consiglio comunale Marco Polimeni, fatta una settimana fa nella stessa trasmissione, relativa al sostegno da dare al procuratore Nicola Gratteri sia stata suggerita da un membro – Andrea Celia Magno – dello staff della comunicazione del sindaco Sergio Abramo, peraltro legato a quest’ultimo da un rapporto diretto di parentela.

Fra gli ospiti di Giletti c’è il noto produttore di cravatte di alta sartoria, di origine calabrese, Antonio Talarico, che prova a difendere la regione d’origine, ma annaspando di fronte al fuoco di fila delle interruzioni di Telese e in particolare di Cecchi Paone su tutti (il quale definisce Polimeni jr addirittura una ‘balena’ forse alludendo all’esperienza dello stesso politico, pur giovane anagraficamente. Sarebbe grave e passibile di querela per ingiuria se fosse per il fisico).

Salvato, anzi addirittura esaltato, un membro della famiglia Polimeni. Si tratta del padre del presidente Marco, il conduttore televisivo Lino, incensato per aver bacchettato suo figlio in diretta tv nella sua trasmissione Articolo 21. Un virtuoso esempio di coraggio di un uomo perbene.

Ad essere fatte a pezzi, anche dall’ex ministro Nunzia De Girolamo e peraltro moglie di un attuale ministro, sono la Calabria, per la sua arretratezza, e Catanzaro per l’inchiesta Gettonopoli. Poi la politica campana si scaglia contro Marco Polimeni, che però ha lo svantaggio di non essere in studio.

È il momento del servizio sul consiglio comunale del capoluogo e lo scenario che ne viene fuori è desolante. Si parla di presunti ricatti da parte di ex appartenente alla maggioranza, ‘bilocazioni’ dei componenti delle Commissioni, sostituzioni irregolari e così via. Fatti peraltro tutti da accertare ad opera della magistratura. Ma il danno d’immagine per la città resta ed è devastante.

Il presidente Polimeni ha rifiutato di intervenire in diretta, ma ha telefonato in trasmissione. Una decisione da lodare in termini generali, ma alla luce di quanto accaduto senz’altro controproducente.

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, controlli nel quartiere Aranceto

Mirko

Volley D donne, Yamamay Catanzaro si impone 0-3 su Gallico Reggio

nico de luca

Intimidazioni: Cisl, sconcerto per attacchi a Cooper Poro

Carmen Mirarchi
Click to Hide Advanced Floating Content