Calabria7

“Non sono una cavia”, no-vax 52enne rifiuta il ricovero e muore di Covid

incidenza dei casi

No vax convinta e dichiarata, è morta di Covid Barbara Fisichella, 52 anni, operatrice giudiziaria al casellario della Procura di Lodi e originaria di Codogno. La donna era a casa in malattia da una decina di giorni. Secondo quanto si è appreso, la donna ha rifiutato il ricovero in ospedale quando i familiari hanno chiamato l’ambulanza dopo aver visto, ieri, che faceva una gran fatica a respirare. Poche ore dopo è avvenuto il decesso. Si tratta del secondo caso di no vax deceduta per Covid in provincia di Lodi in poche settimane. A inizio gennaio un’altra donna, Brunella Marchetti, casalinga di 46 anni, è morta per una polmonite bilaterale da Covid al Policlinico di Milano, dopo un mese in terapia intensiva

Il post

Il 28 novembre scorso, sul suo profilo Facebook aveva postato la sua foto, visibile pubblicamente, con la scritta “Io non mi vaccino, non sono una cavia” e l’immagine di un pugno che spacca una siringa. Barbara era parente di monsignor Rino Fisichella, arcivescovo e presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, originario di Codogno.

“Unica non vaccinata”

“E’ morta di Covid l’unica dipendente no vax che avevamo”. Questo è quanto ha detto il procuratore della Repubblica di Lodi, Domenico Chiaro, commentando il triste decesso della donna. “Chi non si vaccina – aggiunge Chiaro – rischia effettivamente di morire, soprattutto se ci si rifiuta di sottoporsi anche alle cure. La gente deve saperlo”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Armato di spranga per vendicarsi, ma sbaglia persona e picchia un estraneo

Antonio Battaglia

Modifiche al sistema dei colori, i governatori: “Non servono più”

Mirko

Latitante si traveste da suora per evitare il carcere

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content