Nuova aggressione nel carcere di Vibo, detenuto ferisce poliziotto con un pugno al volto

Ancora un'aggressione violenta da parte di un detenuto nei confronti di un agente della Polizia penitenziaria
carcere di Vibo Covid

Ancora un’aggressione violenta da parte di un detenuto nei confronti di un agente della Polizia penitenziaria. E’ successo, come riferiscono Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Francesco Ciccone, segretario regionale, nel carcere di Vibo Valentia. Un detenuto, all’interno della sezione media sicurezza dell’Istituto durante l’accesso nella saletta socialità che gli era stato precluso per motivi disciplinari, davanti al diniego posto dall’agente ha reagito con violenza sferrandogli un pugno e colpendolo al volto.

“Sembra che il detenuto in questione – affermano i due esponenti del Sappe – non sia nuovo a fatti di questo tipo. A Vibo si tratta dell’ennesima aggressione nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria. La sezione all’interno della quale si è verificato l’evento è gestita nel turno pomeridiano da un solo agente, a causa della carenza di organico che ormai riguarda tutti gli istituti d’Italia. Ci rivolgiamo al Prefetto di Vibo, al fine di prendere in carico l’emergenza dell’Istituto penitenziario cittadino, consapevoli che non è più possibile lavorare in condizioni di scarsa sicurezza all’interno del penitenziario in questione. La nostra solidarietà al collega aggredito che è stato portato in ospedale, dove ha ricevuto una prognosi di sette giorni. Ricordiamo che ogni anno, in Italia, si verificano circa 10.000 eventi critici, dei quali oltre 1.500 riguardano episodi di aggressione al personale”.

“Sembra che il detenuto in questione – affermano i due esponenti del Sappe – non sia nuovo a fatti di questo tipo. A Vibo si tratta dell’ennesima aggressione nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria. La sezione all’interno della quale si è verificato l’evento è gestita nel turno pomeridiano da un solo agente, a causa della carenza di organico che ormai riguarda tutti gli istituti d’Italia. Ci rivolgiamo al Prefetto di Vibo, al fine di prendere in carico l’emergenza dell’Istituto penitenziario cittadino, consapevoli che non è più possibile lavorare in condizioni di scarsa sicurezza all’interno del penitenziario in questione. La nostra solidarietà al collega aggredito che è stato portato in ospedale, dove ha ricevuto una prognosi di sette giorni. Ricordiamo che ogni anno, in Italia, si verificano circa 10.000 eventi critici, dei quali oltre 1.500 riguardano episodi di aggressione al personale”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
Accolto l'appello della difesa. Nessuna pericolosità sociale: "non esistono elementi da cui desumere l'appartenenza alla 'ndrangheta"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved