Calabria7

Nuova doccia fredda sui vaccini: AstraZeneca taglia del 60% la prima fornitura all’Ue

vaccino

AstraZeneca ridurrà del 60% la consegna delle dosi di vaccino anti Coronavirus in tutti i Paesi dell’Unione europea. La società avrebbe dovuto consegnare circa 80 milioni di dosi entro la fine di marzo, ma secondo fonti di Reuters – che riportano di un incontro pomeridiano con con gli Stati membri e la Commissione europea – sarà in grado di fornirne solo 31 milioni.

Inoltre, AstraZeneca non è stata in grado di indicare gli obiettivi di consegna per il secondo trimestre, ovvero il periodo aprile-giugno. La società ha detto che il taglio era dovuto a problemi di produzione nello stabilimento in Belgio gestito dal suo partner Novasep.

Dopo i ritardi di Pfizer, l’annuncio di AstraZeneca è una nuova doccia fredda per l’Ue. Il vaccino, realizzato in collaborazione con l’Università di Oxford, è stato il primo preordinato dall’Unione e si attendono 400 milioni di dosi, di queste oltre 40 milioni per l’Italia.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus: test su tutto il personale del S. Anna Hospital di Catanzaro

Matteo Brancati

Sanità, Fnopi: “Grave carenza personale nella regione”

Matteo Brancati

Coronavirus, nessun nuovo caso positivo al Gom di Reggio Calabria

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content