Calabria7

Nuovo tour di Salvini: “Chi accosta la Lega alla ‘ndrangheta manca di rispetto ai calabresi”

“Qualche giornalista si chiede perché Salvini viene spesso in Calabria, la risposta è che la battaglia più importante da vincere è qua. Sono stufo che si parli di Calabria solo quando c’è qualcosa che non funziona o quando ci sono fatti di sangue. Io sono qui per dire che la Calabria è bellezza”. È quanto ha detto stamattina Matteo Salvini in un incontro in piazza a Mileto, nel Vibonese, che ha aperto il suo nuovo tour nella regione che proseguirà a Rosarno e Gioia Tauro.

“Chi accosta la Lega ai clan manca di rispetto ai calabresi”

Il leader della Lega ha poi risposto alle polemiche su presunte candidature e legami imbarazzanti tra le fila del Carroccio calabrese: “Quei poveretti che sanno che perderanno le elezioni, perché la sinistra per tornare al governo qui deve aspettare altri 30 anni, e che dicono che chi vota la Lega vota la ‘ndrangheta, mancano di rispetto a migliaia di persone come voi, che siete gente per bene che quando sente parlare di ‘ndrangheta è pronta a tirare calci nel sedere”.

Immigrati e Reddito di cittadinanza

Quindi un (immancabile) passaggio sull’immigrazione: “Noi vogliamo regole, ordine, rispetto. Ieri Nino (Spirlì, ndr) mi ha detto che qui sono sbarcati 400 clandestini in poche ore. Ecco, chi vota Lega fa una scelta precisa: non ne possiamo più di immigrati che non fanno niente, spacciano, aggrediscono le persone e poi magari si prendono il reddito di cittadinanza. L’unica immigrazione a cui la Lega lavorerà è quella dei calabresi che sono dovuti andare lontano dalla loro terra, non quella dei barchini e dei barconi. Se governeremo la Regione Calabria i soldi andranno prima ai calabresi in difficoltà e poi al resto del mondo”. Sul tema dell’immigrazione, Salvini torna all’attacco del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese: “Se non ha voglia o non ha tempo per fare il ministro dell’Interno lo lasci fare a qualcun altro perché non puoi chiedere sacrifici ed imporre divieti agli italiani e intanto nell’arco di 24 ore vedere 1.500 clandestini che sbarcano impunemente”.

“La sanità torni ai calabresi”

Sulla sanità Salvini ha detto: “Basta con i commissari che arrivano da Roma a gestire la sanità calabrese”. Secondo il leader della Lega “la sanità in Calabria deve essere gestita dai calabresi, non da qualche scienziato venuto da fuori regione”.

“Occhiuto vincerà con 25 punti di distacco”

Commentando i dati di un sondaggio sulle elezioni regionali, secondo cui centrodestra e centrosinistra sarebbero in parità (leggi qui), il leader della Lega ha dichiarato:  “Non si può parlare di sondaggi, ma in Calabria glielo metto oggi per iscritto: Occhiuto darà almeno 25 punti di distacco dal secondo arrivato, quindi non so come altri possano dire che vedono le coalizioni appianate. La Lega sarà il primo partito in Calabria della colazione di centrodestra”.

Le “barricate” per difendere quota 100

C’è spazio anche per qualche stoccata a Luigi de Magistris: “Uno che ha riempito Napoli di immondizia con che faccia viene in Calabria a promettere pulizia ai calabresi? Non sei riuscito a fare il sindaco e ora vuoi fare il presidente della Regione Calabria?”. E un monito a Pd-M5S: “Vogliono mettere mano alle pensioni cancellando quota 100, qualcuno vuole addirittura tornare alla Fornero, se ci proveranno faremo le barricate dentro e fuori dal Parlamento”. Infine un passaggio sulla narrazione che fanno della Calabria i media nazionali: “Mi arrabbio perché in tv parlano delle elezioni nei Comuni ma non parlano mai della Calabria. Avete mai sentito parlare della Calabria da Vespa, da Mentana dalla Gruber? Io tornerò a fare altri 10 incontri pubblici prima del voto perché questa terra merita onore, sacrificio e rispetto da parte di tutta l’Italia”.

s. p.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Spirlì: “Dopo la scomparsa di Jole la Calabria non è andata allo sbando” (VIDEO)

Mirko

La calma dopo le liste. I primi passi (tra tour e social) dei 4 candidati alla Presidenza

Sergio Pelaia

Regione, Abate (M5S): “Ok misure pesca e agricoltura, collaboriamo”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content