Calabria7

Occhiuto contro i “nemici”: insiste su piazza Bilotti in attesa del Parco del Benessere

occhiuto coronavirus

Mentre sono stati inviati i progetti per il centro storico al Mibact e mentre dovrebbe essere aperto, a breve, un primo tratto del Parco del Benessere, il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto insiste con la magistratura per il dissequestro parziale di piazza Bilotti dopo l’inchiesta che ha portato a 13 avvisi di garanzia, compreso quello diretto a lui, e lo stop al transito dei pedoni su quell’area.

A comunicare questa intenzione è lo stesso Mario Occhiuto rispondendo ad un commento di un cittadino su un suo post in cui annuncia l’imminente apertura di un tratto del Parco e in cui ribadisce i meriti della sua sindacatura. “Abbiamo richiesto ai magistrati un parziale dissequestro della piazza – scrive il primo cittadino sul social – finalizzato ad effettuare una perizia tecnica per verificare la sicurezza statica dell’opera, secondo le procedure stabilite nelle norme tecniche sui lavori pubblici”. Verifiche tecniche che sono state affidate ad una spin off dell Unical, la Sismlab In arrivo il primo tratto del Parco del Benessere “Fra pochi giorni apriremo la prima parte del nuovo grande Parco del Benessere – scrive Mario Occhiuto sulla sua pagina Facebook – un viale verde lungo quasi due chilometri, in pieno centro cittadino.

Così tutti potranno rendersi conto della grande idea e dell’importanza di una rete ecologica nel cuore della città più densamente popolata, utile e funzionale a praticare attività fisica all’aperto o semplicemente per spostarsi o per passeggiare piacevolmente e in sicurezza”.

Occhiuto ammette i ritardi e ribadisce di essere stato costretto “ad emanare un’ordinanza sindacale per riprenderci le aree già disponibili e restituire alla città spazi vitali con l’obiettivo poi di ultimare direttamente i lavori in pochi mesi e nel più breve tempo possibile”. La prima apertura sarebbe dovuta avvenire il 29 maggio ma è slittata al 12 giugno. L’orgoglio del sindaco: “Facciamo le cose” Occhiuto, nello stesso post, spiega che verrà realizzata, poi, la strada alternativa su via Reggio Calabria senza però specificare tempi e modi. Dopo aver illustrato tutte le nuove attività green che si potranno svolgere sul Parco del Benessere e dopo aver ribadito che la metro si farà, il primo cittadino bruzio lancia strali contro i suoi detrattori.

“Noi lasciamo le opere, le parole (e le offese) non le ricorderà nessuno – conclude Occhiuto – Chi sostiene, per denigrare il nostro lavoro, che in questi nove anni non ci siamo occupati dei bisogni primari delle persone ma abbiamo pensato a cose più fatue, ha una visione ristretta e diversa del sociale che fa coincidere con l’assistenzialismo che già tanti danni ha provocato nella nostra città e nella nostra regione”. (fr. cang.)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Regione, prossima settimana Commissione anti-‘ndrangheta

Matteo Brancati

Accendono fuochi in Parco del Pollino, turisti sanzionati

Maurizio Santoro

Vaccino anti-Covid, Calabria ancora ultima: 59 punti di somministrazione in tutta la regione

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content