Offrono droga a due 14enni e le violentano: fermati in aeroporto prima della fuga all’estero

I due uomini, irregolari e clandestini in Italia, sono stati bloccati a Fiumicino mentre si stavano per imbarcare

A Novara due trentenni sono stati fermati con l’accusa di avere violentato due ragazzine di 14 anni, dopo avere offerto loro della droga. I due uomini, di nazionalità algerina, irregolari e clandestini in Italia, con precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati bloccati dai carabinieri allo scalo di Roma Fiumicino mente cercavano di imbarcarsi su un aereo diretto all’estero.

L’adescamento e la violenza L’accusa nei confronti dei due trentenni è di avere adescato tre ragazzine quattordicenni, residenti a Novara, e di avere compiuto nei confronti di due di loro violenza sessuale. I fatti risalgono al 6 novembre. Costrette a consumare droga Le tre minorenni si erano allontanate in giornata da una comunità del Milanese, dove erano ospiti, per tornare a Novara dove hanno incontrato i due trentenni conosciuti il giorno precedentemente. Dopo averle condotte in un’abitazione occupata abusivamente, i due uomini le avrebbero costrette a consumare stupefacenti per poi abusare sessualmente due di loro.

L’adescamento e la violenza L’accusa nei confronti dei due trentenni è di avere adescato tre ragazzine quattordicenni, residenti a Novara, e di avere compiuto nei confronti di due di loro violenza sessuale. I fatti risalgono al 6 novembre. Costrette a consumare droga Le tre minorenni si erano allontanate in giornata da una comunità del Milanese, dove erano ospiti, per tornare a Novara dove hanno incontrato i due trentenni conosciuti il giorno precedentemente. Dopo averle condotte in un’abitazione occupata abusivamente, i due uomini le avrebbero costrette a consumare stupefacenti per poi abusare sessualmente due di loro.

La fuga e le indagini Le ragazze dopo essere riuscite a fuggire hanno chiesto aiuto. I carabinieri le hanno accompagnate in ospedale e hanno iniziato le indagini che in quattro giorni, hanno portato a individuare i due trentenni, prima a Milano, poi a Roma, dove sono stati bloccati.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il sindaco di Cosenza: “Rivedere posizioni antiche che hanno arrecato gravi danni alle nostre realtà, anche sull’affidamento dei lavori alle imprese”
Il presidente della Repubblica ha telefonato al ministro Piantedosi: “Assicurare sicurezza tutelando, al contempo, la libertà di manifestare"
Nemmeno i soccorritori hanno potuto fare nulla per aiutare. Un uomo di 40 anni e un altro di 55 sono rimasti intossicati dal fumo
Non è la prima minaccia a don Felice Palamara. La celebrazione è stata interrotta e il fatto è stato denunciato ai carabinieri
Il racconto da brividi dell’assassinio “motivato”, secondo il killer, da una lite scaturita dalla scoperta di un tradimento
Gli assessori Princi e Gallo: “Gli obiettivi sono quelli di educare ad una sana alimentazione e di valorizzare i nostri prodotti"
Secondo il magistrato, la ‘ndrangheta ha assunto ingegneri informatici tedeschi per fare riciclaggio sofisticato, ma le autorità investigative faticano a tener loro testa
La giovane iraniana ha lavorato presso emittenti televisive locali nel Kurdistan fino a quando lei e suo fratello si sono imbarcati per l’Italia in cerca di protezione
Gli azzurri vanno in finale mondiale per la terza volta e, contro la fortissima selezione brasiliana, andranno a caccia del primo storico trionfo
L’uomo: “Vivo una situazione privata ed economica ai limite del sostenibile”. Il sindacato: "Poca sensibilità dell'azienda"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved