Ok del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica alla sorveglianza in 6 Comuni del Cosentino

I Comuni interessati sono stati individuati da parte del Ministero dell’Interno, nell’ambito del Programma Operativo Complementare
videosorveglianza cosentino

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto di Cosenza Vittoria Ciaramella, ha stamani approvato i progetti per impianti di videosorveglianza presentati dai Comuni di Cosenza, Amantea, Castrovillari, Corigliano Rossano, Montalto Uffugo e Rende. I Comuni interessati sono stati individuati da parte del Ministero dell’Interno, nell’ambito del Programma Operativo Complementare (c.d. POC legalità) tra i potenziali beneficiari di finanziamenti per la realizzazione di dette progettualità.

“Pertanto, dopo la verifica da parte dell’Organo specialistico della Polizia di Stato della compatibilità tecnica delle progettazioni presentate, in sede di Comitato  – si legge in un comunicato – ne sono state collegialmente valutate le ricadute in termini di sicurezza urbana, apprezzandone l’efficacia. Ne è seguita, pertanto, l’approvazione per il definitivo inoltro alla segreteria tecnica del ministero dell’Interno, nella consapevolezza che l’implementazione ed il potenziamento degli impianti già esistenti e la creazione di nuovi sistemi daranno sicuro impulso e valido ausilio all’attività investigativa ma anche a quella di prevenzione”.

“Pertanto, dopo la verifica da parte dell’Organo specialistico della Polizia di Stato della compatibilità tecnica delle progettazioni presentate, in sede di Comitato  – si legge in un comunicato – ne sono state collegialmente valutate le ricadute in termini di sicurezza urbana, apprezzandone l’efficacia. Ne è seguita, pertanto, l’approvazione per il definitivo inoltro alla segreteria tecnica del ministero dell’Interno, nella consapevolezza che l’implementazione ed il potenziamento degli impianti già esistenti e la creazione di nuovi sistemi daranno sicuro impulso e valido ausilio all’attività investigativa ma anche a quella di prevenzione”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le indagini sono condotte dai carabinieri che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto
Il piccolo aveva avuto un malore, poi è morto, ma i primi accertamenti dei medici non hanno consentito di accertarne le cause
Altri tre punti pesantissimi per i giallorossi, che salgono a +10 sulla prima esclusa dai playoff
I consiglieri regionali dem e Cambiavento hanno espresso soddisfazione per le elezioni che hanno portato per la prima volta una donna alla presidenza di quella Regione
Grande successo sulle passerelle milanesi per il designer cosentino, che ha omaggiato una grande icona di stile, Lady Diana
La coppia ha una figlia di 15 anni. Il corpo della vittima è stato trovato dalla propria madre, che ha avuto un malore sul momento
Il cittadino turco avrebbe rifiutato di chiedere aiuto e di prestare soccorso alle persone vulnerabili a bordo del caicco naufragato
Secondo l’ente ci sarebbero “aspetti di carattere amministrativo poco chiari e l’impossibilità di ottenimento della conformità urbanistico-edilizia delle opere proposte”
Sul posto l’ambulanza e la polizia. M.C., di 28 anni, è deceduta mentre lavorava in un salone di bellezza in via dei Glicini
L’alto funzionario della Polizia di Stato salvò, durante l’occupazione nazista, centinaia di ebrei dalla deportazione nei campi di sterminio
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved