‘Ndrangheta nel Vibonese, 92mila euro trovati nella casa di un indagato in “Olimpo” (VIDEO)

L'operazione aveva portato all’applicazione di 41 custodie cautelari in carcere e 15 misure degli arresti domiciliari oltre al sequestro di beni per un valore complessivo di circa 250 milioni

Il Tribunale di Catanzaro, su richiesta della Dda del capoluogo di regione – guidata dal procuratore capo Nicola Gratteri – ha ordinato l’applicazione del sequestro preventivo dell’ingente somma di denaro trovata nel corso dell’operazione “Olimpo”.

In particolare, durante l’esecuzione degli arresti connessi al blitz e dopo complesse indagini dirette dalla Dda – che hanno portato all’applicazione di 41 custodie cautelari in carcere e 15 misure degli arresti domiciliari oltre al sequestro di beni per un valore complessivo di circa 250 milioni di euro – erano stati rinvenuti 92.300 euro in contanti all’interno dell’abitazione di uno degli indagati per diversi delitti, quali estorsione e illecita concorrenza commessa mediante violenza o minaccia, aggravati dal metodo mafioso.

In particolare, durante l’esecuzione degli arresti connessi al blitz e dopo complesse indagini dirette dalla Dda – che hanno portato all’applicazione di 41 custodie cautelari in carcere e 15 misure degli arresti domiciliari oltre al sequestro di beni per un valore complessivo di circa 250 milioni di euro – erano stati rinvenuti 92.300 euro in contanti all’interno dell’abitazione di uno degli indagati per diversi delitti, quali estorsione e illecita concorrenza commessa mediante violenza o minaccia, aggravati dal metodo mafioso.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La partecipazione all’evento è gratuita e dà diritto a 3 crediti formativi per gli avvocati
La banca ha chiamato i clienti invitandoli a restituire le somme eccedenti, pena l’addebito sul conto corrente
Il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio impiega un cofinanziamento fino al valore massimo complessivo di 550 milioni di euro
Le operazioni hanno consentito di liberare diverse aree pubbliche che risultavano occupate dall'ingombro dei mezzi
La prima deposizione in un processo del nuovo collaboratore di giustizia nipote del boss Pantaleone Mancuso, detto Luni
Effettuati più di 1200 tamponi. Un morto nelle ultime 24 ore
Entrambi, nel dicembre dello scorso anno, si erano resi responsabili di una violenta aggressione, avvenuta nei pressi di un locale
Nell’udienza del 13 giugno è previsto l’intervento delle altre parti civili e della difesa
I parlamentari del Pd, di M5S e di Avs, dopo la conferma del centrodestra sulla deputata di Fratelli d'Italia, sono usciti dall’aula
Alla cerimonia di intitolazione presente anche l'assessore regionale Giovanni Calabrese: "Questa intitolazione è l'emblema del coraggio e dell'impegno"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved