Calabria7

Oltre 100 chili di marijuana in garage nel Vibonese, il Riesame di Catanzaro annulla l’arresto

operazione malapianta

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e revocato l’arresto nei confronti di Salvatore De Stefano, 47 anni di Fabrizia (assistito dagli avvocati Tommaso Zavaglia e Antonella Raimondo) accusato di produzione, traffico e detenzione illegale di marijuana. Lo scorso 11 novembre era stato arrestato dai carabinieri dell’aliquota Radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno in flagranza di reato. Nel corso di una perquisizione, i militari dell’Arma avevano trovato all’interno di un garage, dotato anche di un impianto di essiccazione e di ventilatori, 140 chili di marijuana suddivisa in 35 sacchi di plastica.

Il ricorso al Tribunale del Riesame

Il 47enne si era difeso spiegando ai carabinieri che la sostanza stupefacente apparteneva al titolare di una ditta che produce canapa sativa e che lui aveva messo a disposizione il proprio garage per l’essiccazione. Chiamato a sommarie informazioni, il titolare della ditta non aveva però confermato la versione dell’indagato nei confronti dei quali il gip del Tribunale di Vibo ha messo quindi un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Contro questo provvedimento, i legali difensori di De Stefano, gli avvocati Zavaglia e Raimondo, hanno proposto ricorso al Tribunale del Riesame di Catanzaro sostenendo in particolare l’inutilizzabilità di alcune dichiarazioni, la nullità dell’accertamento tecnico sulla natura della sostanza e l’estraneità del loro assistito ai fatti contestati. I giudici, accogliendo l’istanza della difesa, ha dunque annullato l’ordinanza del gip, ordinato la scarcerazione e rimesso in libertà Salvatore De Stefano che resta quindi indagato a piede libero.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sorvegliato speciale in compagnia di pregiudicati, arrestato

Matteo Brancati

Petrolmafie- Dedalo | Anche il presidente del Consiglio chiede di costituirsi parte civile

Gabriella Passariello

Coronavirus, il sindaco di San Giovanni in Fiore chiude le scuole fino al 17 aprile

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content