Calabria7

Ombrelloni e pedalò sequestrati in spiaggia. Monta la protesta contro il Comune di Borgia

Circa ottanta gli ombrelloni sequestrati, sigilli a pedalò, canoe, sedie a sdraio, giochi per bambini, rete di pallavolo, un capanno, il tutto nel raggio di spiaggia che comprende i villaggi Le Roccelle, Baia dei Canonici e il Camping Calabrisella, sulla costa jonica Catanzarese. E’ il bilancio del sequestro della Polizia Municipale del Comune di Borgia, che alle prime ore dell’alba e fino al primo pomeriggio di oggi hanno dato esecuzione all’ordinanza emessa dal responsabile dell’area tecnica comunale numero 10 del 2019. I vigili, tra l’altro, hanno atteso che una bambina uscisse dall’acqua per sequestrarle il salvagente. “Vi preoccupate di portar via  ombrelloni e sedie a sdraio e il Comune non si preoccupa, invece, di far ritirare da giorni i rifiuti, che si sono accumulati in prossimità delle nostre abitazioni”,  monta la protesta dei bagnanti, che hanno evidenziato come certi provvedimenti, non aiutino il turismo. “Ci sono problemi ben più gravi di cui il Comune di Borgia dovrebbe farsi carico e non ci riferiamo solo ai rifiuti che non vengono prelevati, ma anche alla mancata disinfestazione. Un ente completamente assente. Non si promuove così il turismo”. Sul posto anche i Carabinieri della locale stazione .Alcuni bagnanti hanno già annunciato ricorso contro l’ordinanza del Comune. (g. p.)

   

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus in Calabria: atteso per giovedì prossimo l’arrivo del generale Figliuolo

bruno mirante

Sanità, protesta precari ospedale ‘Pugliese’ arriva alla sede del Consiglio regionale

Matteo Brancati

Ponte di Ognissanti a Catanzaro: Abramo chiude i luoghi della movida ma dimentica i cimiteri

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content