Omicidio Battaglia a Piscopio, la Corte d’Assise non fa sconti: ergastolo per il presunto assassino

Secondo le indagini e le parole del pentito Arena il delitto è maturato in un regolamento di conti nel tessuto criminale locale

La Corte di Assise di Catanzaro ha condannato alla pena del carcere a vita il 36enne Antonio Felice, di Piscopio, accusato dell’omicidio del 21enne Salvatore Battaglia, avvenuto nella notte tra il 27 e il 28 settembre del 2019, nella frazione del Comune di Vibo nei pressi della villetta Regina Margherita. Un delitto che si consumò nei giorni a ridosso della festa del patrono, San Michele. Voleva essere un messaggio alla famiglia della vittima che avrebbe ricordato la morte del figlio in occasione di ogni ricorrenza di San Michele. Si trattò di un regolamento di conti che lasciò sul campo la vittima mentre un’altra persona rimase ferita. Entrambi si trovavano in auto con altre persone quando furono investiti dai proiettili. Il litigio che la vittima e coloro i quali viaggiavano con essa avevano avuto con Felice si sarebbe verificato tre giorni prima.

Il verdetto della Corte d’Assise di Catanzaro

La sentenza emessa dalla Corte ha accolto in pieno le richieste avanzate dalla Dda di Catanzaro nella persona del pm Crea, mentre la difesa (avvocati Gianni Puteri e Guido Contestabile) aveva insistito per l’assoluzione. Prospettazione, quest’ultima, non accolta dai magistrati che hanno concordato invece con quella dell’accusa e basata sulle indagini esperite dai carabinieri della Compagnia e del Norm di Vibo.
L’arresto di Felice ad opera dei carabinieri era avvenuto due mesi dopo il delitto, il 27 novembre. Il 36enne, che nel frattempo aveva fatto perdere le proprie tracce, si era rifugiato in Brianza a casa di alcuni amici dove era stato individuato e fermato dai carabinieri. Tuttavia dalle attività investigative era emerso un dato rilevante secondo il quale il giovane non avrebbe agito da solo e che inoltre ci si trovava di fronte ad uno scontro armato tra due fazioni che avrebbero mirato – anche secondo il racconto consegnato dal collaboratore di giustizia Bartolomeo Arena – al dominio della frazione. Infatti appena tre giorni prima di “Rinascita-Scott” (19 dicembre), scattarono altri cinque misure cautelari, tra carcere, domiciliari e obbligo di dimora, nei confronti di altrettanti soggetti accusati, a vario titolo, di omicidio, tentato omicidio, favoreggiamento personale, porto e detenzione abusiva di arma da fuoco. Reati aggravati dal metodo mafioso. (f.p.)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il gruppo avrebbe segnalato più volte la rottura delle grate in ferro delle caditoie di raccolta delle acque meteoriche
L'episodio è avvenuto durante la commemorazione per la morte di Valerio Verbano, militante della sinistra ucciso nel 1980
scolacium
Le minacce ai politici per ottenere appalti nelle carte dell'inchiesta della Dda di Catanzaro "Scolacium"
È la prima che succede nella storia dell’ateneo cosentino. La lista AthenaRèF finisce nell’occhio del ciclone
L'uomo è stato trovato in possesso anche di un fucile, un'altra pistola, munizioni e droghe di vario tipo
Ritorna la stagione con “Dui Cambari e Serbizzi… e U Nunnu ‘Mparaventu”, dopo il successo di “Napoli Milionaria!”
Saranno aggiunti agli 11 già presenti nella Provincia. Procede il reclutamento dei medici italiani con i colloqui per le assegnazioni
La sorella del ragazzo è gravissima in ospedale. Il conducente è stato fermato e alla polizia ha detto di non essersi accorto di nulla
L’ultimo concorso ha distribuito premi per oltre 22,6 milioni di euro in tutta Italia, per un totale di oltre 600 milioni da inizio anno
Per Palma le principali criticità sono nella sanità e nella gestione dei fondi del Pnrr, dovuto alla complessità delle norme
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved