Calabria7

Omicidio Berlingieri, la Corte di assise di Catanzaro condanna Gallo all’ergastolo

di Gabriella Passariello- Un ergastolo e una condanna a 15 anni.  La Corte di assise di Catanzaro, presieduta dal giudice Alessandro Bravin, ha sentenziato il carcere a vita  per  Marco Gallo, infliggendo 15 anni di reclusione  Federica Guerrise, per l’omicidio di Francesco Berlingieri, di 57 anni, il fruttivendolo freddato davanti al suo negozio, in via Fiume a Sambiase il 19 gennaio 2017. I giudici hanno accolto parzialmente la richiesta della pubblica accusa che aveva chiesto l’ergastolo per entrambi, richiesta alla quale si sono associati i difensori di parte civile Pino e Alessandro Zofrea. Nel corso del processo Gallo, collegato in videoconferenza, ha reso dichiarazioni spontanee per circa quaranta minuti, dichiarazioni durante le quali ha parlato di sè stesso e della moglie come una coppia di brave persone, affermando che mai avrebbe fatto del male, né avrebbe potuto coinvolgere la moglie in un’azione efferata e più volte ha citato episodi della propria infanzia, descrivendosi come una persona non violenta.

Incastrati dalle telecamere

Secondo il castello accusatorio Gallo avrebbe materialmente eseguito l’agguato sparando da distanza ravvicinata la vittima mentre questa stava scaricando della merce davanti al suo negozio nel quartiere di Sambiase, a Lamezia, mentre la moglie avrebbe svolto il ruolo di “specchietto”, effettuando dei sopralluoghi a bordo della sua Fiat 600, appostandosi nei pressi del negozio e poi avvertire telefonicamente il marito dell’arrivo di Berlingieri. Nell’agguato venne ferito lievemente anche il nipote 11enne della vittima, che lo stava aiutando a scaricare delle cassette di frutta da un furgone. Ad incastrare i due coniugi le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona dove è avvenuto l’omicidio e le telefoniche. Marco Gallo è accusato anche degli omicidi del dipendente delle Ferrovie della Calabria Gregorio Mezzatesta, ucciso a Catanzaro il 24 giugno 2017, e dell’avvocato penalista Francesco Pagliuso, freddato davanti alla sua abitazione il 9 agosto del 2016 a Lamezia Terme.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Tentata rapina a ufficio postale, altri 3 arresti: si chiude il cerchio delle indagini (VIDEO)

Mirko

Minaccia un farmacista a Soriano Calabro, denunciato un trentenne

Damiana Riverso

“Spes, Strategie per (re)stare”, Gal Serre Calabresi consegna attestati (VIDEO)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content