Calabria7

Omicidio fratelli Mirabello: uccisi e lasciati in pasto ai cinghiali

Omicidio fratelli Mirabello

L’autopsia conferma la ricostruzione di Joselito Marras: i fratelli Mirabello sono stati uccisi in Sardegna e poi lasciati in pasto ai cinghiali

Con oggi si chiude il cerchio sulla misteriosa sparizione dei due fratelli Mirabello: Davide e Massimiliano sono stati uccisi e lasciati in pasto agli animali. I corpi dei due uomini, originari di San Gregorio d’Ippona in provincia di Vibo Valentia, erano stati trovati nei giorni scorsi nelle campagne del comune di Dolianova in Sardegna ed oggi sono stati sottoposti all’esame post mortem. L’autopsia sui corpi – eseguita  dal medico legale Roberto Demontis – è durata oltre le sette ore e ha confermato la ricostruzione di Joselito Marras, di 57 anni e vicino di podere. La confessione di quest’ultimo ha permesso ai ricercatori di ritrovare sabato 3 aprile i corpi dei due fratelli, scomparsi il 9 febbraio scorso. Il sig. Marras, insieme al figlio Michael, 27enne, sono ritenuti i responsabili dell’omicidio dei due Mirabello e sono stati arrestato il 20 marzo.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Ospedale Locri: reparti imbrattati con escrementi

Matteo Brancati

Catanzaro, scontro tra due auto all’interno del Parco “Le Fontane”

Matteo Brancati

Meteo, in arrivo super ondata di caldo con picchi di 42 gradi

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content