Calabria7

Omicidio Grande nel Catanzarese, chiesto il rinvio a giudizio per il pentito Mirarchi

ospedali catanzaro

di Gabriella Passariello- Omicidio, distruzione, soppressione o sottrazione di cadavere, detenzione illegale di armi, tutti reati aggravati dalla mafiosità. Sono queste le ipotesi di accusa per le quali il sostituto procuratore della Dda Debora Rizza ha chiesto il rinvio a giudizio per il collaboratore di giustizia, Santo Mirarchi, 37 anni, di Catanzaro. Secondo le ipotesi accusatorie, il pentito, il 12 agosto 2009,  per acquisire informazioni sulla scomparsa di Giuseppe Fraietta, avvenuta quattro giorni prima in località Fortuna, nel quartiere marinaro del capoluogo di regione e della quale era ritenuto testimone oculare, avrebbe condotto con l’inganno Luigi Grande in un casolare disabitato a Manganella nel Comune di San Floro dove, dopo averlo picchiato, utilizzando anche un bastone, lo avrebbe ucciso con due colpi di arma da fuoco, che lo hanno raggiunto alla testa, per poi tentare di distruggere ogni traccia bruciando il cadavere, i cui resti sono stati ritrovati  il 29 novembre di quello stesso anno.

L’omicidio premeditato

Un omicidio premeditato in risposta all’uccisione di Giuseppe Fraietta appartenente alla cosca Cossari, attiva nel territorio di Roccelletta di Borgia e contrapposta alla famiglia Catarisano. Un fatto di sangue che si inseriva in una sanguinosa faida interna per la supremazia ed il controllo delle attività illecite nel territorio di Roccelletta di Borgia e in zone limitrofe. Il collaboratore di giustizia risponde anche di detenzione illegale di armi in luogo pubblico: avrebbe portato con sé due pistole, una delle quali utilizzate per sparare mortalmente Luigi Grande.L’udienza preliminare si terrà lunedì prossimo davanti al gup del Tribunale di Catanzaro Antonio Battaglia, dove nel contraddittorio tra accusa e difesa, il giudice deciderà se accogliere la richiesta della Dda, richiesta alla quale si assoceranno le parti civili rappresentate dal legale Francesco Mancuso.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Truffa degli specchietti, arrestati quattro catanzaresi

manfredi

Corruzione, questore sospende poliziotto condannato

manfredi

Scienze dell’atmosfera, l’assessore Savaglio visita “l’eccellenza calabrese” di Lamezia

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content