Omicidio Scalone a Pietragrande, l’avvocato Bova: “Il verdetto di primo grado lascia senza parole”

Il legale di parte civile: "Ho sempre rispettato le sentenze, ma questa volta provo tanta nausea"
Loredana Scalone

“Sebbene una condanna a 25 anni di carcere non sia certamente una cosa da poco, riconoscere all’imputato le attenuanti generiche e ritenerle equivalenti nel bilanciamento con le aggravanti in un omicidio così efferato, lascia veramente senza parole. Ho sempre rispettato le sentenze, ma questa volta provo tanta nausea”. E’ il commento di Arturo Bova, legale di parte civile, in merito alla sentenza di primo grado in cui il giudice della Corte d’assise di Catanzaro ha condannato l’ex amante di Loredana Scalone, uccisa il 23 novembre 2020 alla Scogliera di Pietragrande, a 25 anni in luogo dell’ergastolo che aveva invece chiesto il pubblico ministero (LEGGI QUI).

“Poi manifestiamo, collochiamo le panchine rosse, mettiamo le scarpette rosse…… Ma a che serve? – ha proseguito Bova – Indignazione è l’unica parola da pronunciare in momenti simili. Ma non ci arrendiamo, siamo solo al primo grado di giudizio. Daremo battaglia in tutte le sedi e con ogni mezzo possibile”.

“Poi manifestiamo, collochiamo le panchine rosse, mettiamo le scarpette rosse…… Ma a che serve? – ha proseguito Bova – Indignazione è l’unica parola da pronunciare in momenti simili. Ma non ci arrendiamo, siamo solo al primo grado di giudizio. Daremo battaglia in tutte le sedi e con ogni mezzo possibile”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved