Omicidio-suicidio, ammazza un uomo a colpi di forbice e si lancia dal settimo piano

I carabinieri stanno sentendo anche i vicini per avere più informazioni possibile: qualcuno avrebbe riferito di aver sentito un violento litigio tra i due stanotte
omicidio suicidio milano

Un omicidio-suicidio si è verificato questa notte in uno stabile di via Cogne, nel quartiere Quarto Oggiaro, a Milano. Inizialmente, i militari dell’Arma dei carabinieri sono intervenuti per un uomo che si era gettato dal settimo piano di un palazzo. Si tratta di un italiano di 51 anni, deceduto sul posto. Successivamente, i carabinieri sono entrati nella casa del primo piano in cui abitava l’uomo e hanno scoperto un altro corpo senza vita, quello di un cittadino verosimilmente nordafricano, ucciso con ogni probabilità con fendenti sferrati con un paio di forbici, ritrovate e sequestrate dagli uomini dell’Arma.

La lite

Sul posto sono intervenuti gli specialisti della Sezione investigazioni scientifiche del Nucleo investigativo per effettuare i rilievi del caso. Non avendo ancora identificato il secondo morto, non è stato ancora possibile ricostruire i suoi rapporti con il cinquantunenne e chiarire il possibile movente del raid mortale. I carabinieri stanno sentendo anche i vicini per avere più informazioni possibile: qualcuno avrebbe riferito di aver sentito un violento litigio tra i due stanotte.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L’associazione catanzarese Cam Gaia: “A fianco delle vittime… non siete sole. Abbiamo mezzi e strumenti per tutelarvi” 
L'uomo si è reso protagonista di numerosi atti vandalici e anche di una serie di aggressioni nei confronti di alcuni cittadini
A bordo del veicolo tre ragazzi, uno dei quali minorenni. Feriti i due poliziotti che hanno intimato l'alt al conducente
Un velista spagnolo disperso e due diportisti soccorsi da Guardia Costiera a Roccella Ionica e Crotone
Era stato rilasciato dal carcere di Vibo con l'obbligo di dimora ma aveva fatto perdere le proprie tracce
Si tratta dell'indagine della Procura di Vibo sui rifiuti smaltiti illecitamente nei terreni agricoli. Undici gli indagati
Il suo movimento “Sud chiama Nord” accanto al candidato a sindaco di Centro Francesco Muzzopappa
La Corte di assise di Catanzaro spiega, nel motivare la sentenza, le ragioni dell'esclusione dei futili motivi e della premeditazione
Entrambi erano finiti a processo dopo una denuncia presentata dalla minoranza nel 2020. Il Tribunale di Vibo: "Il fatto non sussiste"
Superficie di 10mila metri quadrati modificata in maniera permanente tramite terrazzamenti alti più di 20 metri
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved