Oncologia e chirurgia pediatrica, esperienze a confronto al ‘Pugliese-Ciaccio’ di Catanzaro

Domani, lunedì 30 gennaio, alle 15, nella sala multimediale, ci sarà il workshop, mentre il giorno dopo - martedì 31 gennaio - è prevista l’attività in sala operatoria
Coronavirus in Calabria

‘Oncologia e chirurgia pediatrica: esperienze a confronto’. È questo il tema del workshop che si terrà domani, lunedì 30 gennaio, alle 15, nella sala multimediale al quinto piano dell’Azienda ospedaliera ‘Pugliese-Ciaccio’, mentre il giorno dopo – martedì 31 gennaio – è prevista l’attività in sala operatoria. Nel corso del live surgery saranno operati dei bambini con patologie di particolare complessità: assieme al personale ospedaliero, in sala operatoria, ci sarà il professor Girolamo Mattioli dell’IRCCS Gaslini di Genova.

Dopo i saluti istituzionali, ad introdurre i lavori sarà il dottor Giuseppe Raiola, direttore del reparto di Pediatria del ‘Pugliese-Ciaccio’, e presidente dell’Associazione Acsa&Ste Ente del Terzo settore che ha organizzato questo importante momento di formazione.

Dopo i saluti istituzionali, ad introdurre i lavori sarà il dottor Giuseppe Raiola, direttore del reparto di Pediatria del ‘Pugliese-Ciaccio’, e presidente dell’Associazione Acsa&Ste Ente del Terzo settore che ha organizzato questo importante momento di formazione.

“L’organizzazione di questo workshop, infatti, è finalizzata a potenziare il percorso di formativo pratico e teorico del personale sanitario in loco, grazie alla preziosa collaborazione di figure professionali altamente specializzate attive in strutture sanitarie importanti, per storia e dimensioni, che provengono da tutta Italia” spiega il dottore Raiola.

“Ma il fine ultimo è quello di consentire a piccoli pazienti che necessitano di interventi di alta specialità chirurgica di affrontare gli stessi nel proprio territorio, rimanendo nel contesto della propria realtà e vicino la famiglia. Un progetto di tale portata, insomma, risulta essere di notevole importanza nel contrastare il fenomeno della migrazione sanitaria, a costo zero per l’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio, perché le spese di viaggio, vitto e alloggio dei medici altamente specializzati nostri docenti sono interamente a carico dell’Acsa&Ste Ets. Insomma, non c’è bisogno di accordi milionari per garantire assistenza a chi non se la può permettere: basta credere nel proprio personale medico, che con la formazione giusta può potenziare, esaltandole, le grandi capacità professionali e umane che già esistono nella nostra regione, e nella nostra Azienda”.

Il programma

L’introduzione della I sessione è affidata alla dottoressa Maria Concetta Galati, anche il direttore del reparto di Oncoematologia pediatrica del “Pugliese-Ciaccio”; mentre i casi clinici saranno illustrati dai dottori Cantaffa, Fortuno, Stranieri e Gigliotti dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”. La II sessione sarà introdotta dal dottor Domenico Salerno, Direttore dell’U.O.C. di Chirurgia Pediatrica; mentre a discutere dell’Oncologia pediatria “La realtà dei tumori solidi e dello stato dell’arte” interverrà il professor G. Mattioli (IRCCS Gaslini di Genova), a discutere invece la dottoressa Galea del “Pugliese-Ciaccio”. Il giorno dopo, martedì 31 gennaio, è prevista l’attività in sala operatoria.

La segreteria organizzativa è dell’Agenzia “Present&future”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Chiamati a raccolta in città i catanzaresi che non potranno seguire la loro squadra del cuore in trasferta
La donna aveva trascinato l'ex coniuge in tribunale perché non pagava gli alimenti . Ottenuti i danni morali
A renderlo noto è il sottosegretario all’Interno Wanda Ferro. Per altre importanti chiese si stanno valutando altre fonti di finanziamento
"La partita di sabato prossimo sarà un’altra occasione per confermare il meraviglioso percorso realizzato da Vivarini, Iemmello e compagni"
Tre gli incontri sul territorio per il deputato già vice Ministro dell’Interno che sarà in provincia di Cosenza il prossimo giovedì 23 Maggio
I carabinieri hanno trovato in un fondo agricolo di proprietà dell'uomo 37 cani, 5 dei quali sprovvisti di iscrizione all'anagrafe canina
Il fatto è accaduto a Settingiano. L'esplosione probabilmente è stata causata da una fuga di gas. Sul posto Vigili del fuoco e carabinieri
Accolta la richiesta difensiva. Per i giudici di appello "non esiste la pericolosità sociale". Dimostrata la non appartenenza al sodalizio
Il documento firmato dal presidente della Giunta Regionale Occhiuto e dal comandante regionale della Guardia di Finanza Gianluigi D’Alfonso
Necessario l'intervento dei vigili del fuoco, oltre ai sanitari del 118 e ai carabinieri che hanno avviato i rilievi circa la dinamica del sinistro
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved