Calabria7

Operai travolti da un muro: a novembre processo alla Crotonscavi

(ndl)  Il Gup del Tribunale di Crotone, dott.ssa, Romina Rizzo, ha fissato per mercoledì 13 novembre prossimo l’udienza preliminare del processo per la tragedia sul lavoro consumatasi il 5 aprile 2018 quando tre operai persero la vita travolti dal crollo di un muro del cantiere mentre erano impegnati nei lavori di ampliamento del lungomare di viale Magna Grecia nel capoluogo pitagorico.

Due di loro morirono sul colpo, Giuseppe Greco, 51 anni, di Isola di Capo Rizzuto ed il 35enne di origini rumene Dragos Petru Chiriac, di Crotone mentre Mario De Meco, 56 anni, pure lui di Isola, è spirato 35 giorni dopo in seguito alle gravissime lesioni riportate

Il 7 giugno 2019 il Pubblico Ministero della Procura crotonese dott. Andrea Corvino titolare del fascicolo per il reato di omicidio colposo in concorso, a chiusura delle indagini preliminari, ha chiesto il rinvio a giudizio per quattro persone: tre figure apicali della Crotonscavi Costruzioni generali S.p.a., l’impresa incaricata dal Comune di eseguire i lavori incriminati, e il progettista.

Si tratta del geom. Gennaro Cosentino, 57 anni di Crotone, rappresentante legale dell’impresa, appaltatore delle opere, redattore del Pos (Piano Operativo di Sicurezza), datore di lavoro di fatto e di diritto e direttore tecnico di Crotonscavi; il geom. Massimo Villirillo, 56 anni, di Crotone, dirigente e procuratore della società, a cui erano conferiti specifici poteri in materia di vigilanza e organizzazione del lavoro;

il geom. Giuseppe Spina, 44 anni, pure lui di Crotone, capocantiere preposto della ditta, e l’architetto di origini vicentine residente a Como Sergio Dinale, 57 anni, fondatore e legale rappresentante dello Studio veneziano “D:RH architetti e associati” con sedi a Mestre e a Como, firmatario del Psc (Piano di Sicurezza e Coordinamento), progettista dell’opera nonché direttore dei lavori e coordinatore della sicurezza in fase di progettazione (Csp) e in esecuzione (Cse).

Un processo dal quale, a oltre un anno e mezzo dalla tragedia, i familiari delle tre vittime si aspettano finalmente verità, giustizia e risposte

I familiari di Dragos Petru, attraverso il consulente personale dott. Giuseppe Cilidonio, si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, in collaborazione con l’avvocato penalista del foro di Bari, Aldo Fornari.

Studio 3A ha subito tentato di contattare Crotonscavi, ma l’impresa, nonostante le responsabilità emerse dalle indagini e le richieste di rinvio a giudizio nei confronti dei propri responsabili, non ha mai risposto

Articoli Correlati

Dai microfoni di Radio 105 insulto alla regione

Matteo Brancati

Fondazione Città solidale, il primo bilancio sociale (SERVIZIO TV)

Carmen Mirarchi

Medicina estetica, i consigli per sentirsi bene senza esagerare (SERVIZIO TV)

manfredi