Operazione Reventinum, 12 fermi tra la Sila e il nord Italia

E’ di 12 persone fermate il bilancio dell’operazione denominata “Reventinum”, coordinata dalla Dda di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri e condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale e Reparti speciali, nella provincia e in alcune zone del nord Italia. Le persone fermate sono ritenute appartenenti alle cosche di ‘ndrangheta Scalise e Mezzatesta attive nella Presila catanzarese. Tra loro anche un indiziato di delitto per associazione per delinquere di tipo mafioso ed altri reati contro il patrimonio. Alcuni soggetti fermati sono accusati, altresì, di sequestro di persona e violenza privata nei confronti dell’avvocato Francesco Pagliuso, incappucciato e legato in un bosco del Reventino perchè accusato di poco impegno in un processo che vedeva coinvolto Domenico Scalise (figlio di Pino, capo dell’omonima cosca). Lo stesso Pagliuso, vicino alla famiglia Mezzatesta, fu ucciso il 9 agosto del 2016 a Lamezia Terme da Marco Gallo, arrestato successivamente due anni dopo, in rapporti con la cosca Scalise e già responsabile dell’omicidio di Gregorio Mezzatesta.
E’ di 12 persone fermate il bilancio dell’operazione denominata “Reventinum”, coordinata dalla Dda di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri e condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale e Reparti speciali, nella provincia e in alcune zone del nord Italia. Le persone fermate sono ritenute appartenenti alle cosche di ‘ndrangheta Scalise e Mezzatesta attive nella Presila catanzarese. Tra loro anche un indiziato di delitto per associazione per delinquere di tipo mafioso ed altri reati contro il patrimonio. Alcuni soggetti fermati sono accusati, altresì, di sequestro di persona e violenza privata nei confronti dell’avvocato Francesco Pagliuso, incappucciato e legato in un bosco del Reventino perchè accusato di poco impegno in un processo che vedeva coinvolto Domenico Scalise (figlio di Pino, capo dell’omonima cosca). Lo stesso Pagliuso, vicino alla famiglia Mezzatesta, fu ucciso il 9 agosto del 2016 a Lamezia Terme da Marco Gallo, arrestato successivamente due anni dopo, in rapporti con la cosca Scalise e già responsabile dell’omicidio di Gregorio Mezzatesta.

Nel corso del blitz, i Carabinieri hanno effettuato numerose perquisizioni e sequestrato ingenti somme di denaro oltre a svariati documenti. I nomi dei 12 fermati: Pino Scalise, 61 anni; Livio Mezzatesta, 40 anni; Giovanni Mezzatesta, 43 anni; Angelo Rotella, 36 anni; Luciano Scalise, 41 anni; Andrea Scalzo, 38 anni; Salvatore Domenico Mingoia, 54 anni; Vincenzo Mario Domanico, 43 anni ; Giuliano Roperti, 50 anni; Cleo Bonacci, 57 anni; Eugenio Tomaino, 55 anni; Ionela Tutuianu, 42 anni

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Duro attacco dell'aspirante primo cittadino al centrodestra e all'opposizione in Consiglio comunale: "Siamo noi la vera alternativa"
Al De Simone amaranto in vantaggio e raggiunti prima dell'intervallo. Poi l'espulsione di Mungo complica i piani e nel finale arriva il kappaò
Sarà ancora una volta tutto esaurito lo stadio Ceravolo. La gara d'andata della semifinale sarà diretta dal genovese Matteo Marcenaro
Sarebbero volate parole grosse per futili motivi e qualche spinta, ma nulla che potesse far pensare a un tragico epilogo
La notizia è stata annunciata all'Italian Pavilion di Cannes dal direttore Casadonte. Ricco il parterre del Magna Graecia Film Festival 2024
La Meloni ha definito l'Europa un "continente stanco, sottomesso e coccolato che ha pensato di poter scambiare la libertà con la comodità"
La pistola è stata sequestrata dai carabinieri e sottoposta ai controlli del caso e l’uomo è stato portato in carcere
Serie B
Giallorossi a un passo dall'eliminazione ma al 7' di recupero del secondo tempo regolamentare Donnarumma trova il due a due e regala la semifinale con la Cremonese
La mobilità sostenibile è un tema che tocca molto da vicino le piccole imprese, in cui l’artigianato ha un ruolo predominante
I raggi ultravioletti incidono nelle strutture cellulari della pelle. Tra aprile e ottobre bisognerebbe applicare la protezione solare
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved