Calabria7

Ore sotto il sole ad aspettare il vaccino, ma il centro è chiuso per “un errore”

Vaccini in Calabria

Centro vaccinale chiuso a Scalea, all’insaputa dei cittadini in possesso della prenotazione per ricevere il siero. Un appuntamento che era stato loro confermato anche telefonicamente, attraverso un sms. Il messaggio riportava un luogo in quei giorni chiuso al pubblico per la campagna vaccinale: il poliambulatorio di via Covello, in località Petrosa. Nonostante anche il sito dell’Asp di Cosenza lo indichi ancora come hub vaccinale in realtà era stato trasferito nella palestra dell’istituto comprensivo statale di Scalea. Il pellegrinaggio di giovani e anziani, provenienti anche da Comuni che distano decine di chilometri, parte sin dall’inizio alla ricerca del nuovo ambulatorio. Ma c’è di più. Dopo essere stati ore in attesa che la scuola aprisse le porte, per accedere e ricevere i vaccini prenotati da settimane, gli utenti apprendono che nessun operatore sarà presente.

Personale dirottato

Tutto il personale è stato dirottato su Diamante per il vax day. Chi vuole, se ha un’auto, può andare a Diamante mettersi in fila con tutti gli altri e chiedere che gli sia inoculata la dose richiesta. Sembrerebbe che chi gestisce la piattaforma informatica dell’Asp di Cosenza come non ha tenuto conto del trasferimento del centro vaccinale scaleota, ha ignorato che sarebbe rimasto chiuso in occasione del Vax day. L’unico chiarimento alla cittadinanza è stato fornito dall’amministrazione comunale che con un post su Facebook sulla pagina del Comune di Scalea ha informato che: “Erroneamente sul sito dell’Asp viene indicato come centro vaccinale per il Vax Day di oggi e domani (sabato e domenica ndr) l’hub di Scalea. Si conferma che si tratta di un errore. Oggi e domani non si potrà ricevere il vaccino a Scalea. L’attività dell’hub cittadino riprenderà lunedì e seguirà i soliti orari: da lunedì a giovedì dalle 15.00 alle 21.00 previa prenotazione”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus: 888 contagiati, 412 asintomatici e 46 guariti. Un caso in Calabria

manfredi

Variante indiana, il ministro Speranza firma una nuova ordinanza

bruno mirante

L’odissea di una 90enne nel Cosentino: da un Pronto soccorso all’altro per frattura femore

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content