Calabria7

Orthrus, l’avvocato Pitaro: “Stabilita la mia estraneità alla ‘ndrangheta”

“L’odierna sentenza del gup del Tribunale di Catanzaro stabilisce la mia estraneità, con la formula più ampia perché il fatto non sussiste, dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa mossami dalla Procura di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta  Ortrhus”. Lo afferma in una nota stampa l’avvocato Giuseppe Pitaro, ex sindaco di Torre di Ruggiero, aggiungendo che  “Il sistema giudiziario, con le sue garanzie del contraddittorio, consente di far valere nel processo le proprie ragioni a chi come il sottoscritto, ha improntato il mandato pubblico ai corretti principi di trasparenza e correttezza”.

“I giudici hanno riconosciuto la mia correttezza”

Pitaro ringrazia i giudici “che nei diversi gradi della giustizia, hanno riconosciuto la mia correttezza nell’esercizio delle funzioni di sindaco di Torre di Ruggiero svolte  dal 2006 al 2015. Cosi come ringrazio, per avermi consentito di non cedere all’amarezza suscitata da un’accusa cosi  grave, gli avvocati che mi hanno assistito  (Vincenzo Ioppoli e Vittorio Ranieri  del foro di Catanzaro  e Giovanni Canino del foro di Bologna) e soprattutto la mia famiglia e i tanti amici che non hanno mai dubitato della mia onestà e della mia cristallina storia personale e professionale che, per me,  è tutto”.

LEGGI ANCHE | Orthrus |’Ndrangheta nelle Preserre Catanzaresi, 14 condanne. L’avvocato Pitaro assolto (NOMI)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Disabili a mare, un bagno e tanti sorrisi per sentirsi felici

nico de luca

Oliverio: “Edilizia settore determinante per sviluppo sostenibile della regione”

Matteo Brancati

Coronavirus, i migranti bloccano la statale per protestare contro l’isolamento

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content