Calabria7

Ospedale Catanzaro: “non funzionano i termometri del pronto soccorso” (VIDEO)

di Carmen Mirarchi – La sera del 16 gennaio è iniziata una vera e propria “serata da incubo” per un giovane di 19 anni di Catanzaro che dopo diversi giorni di febbre si era recato al pronto soccorso dell’ospedale Pugliese Ciaccio.

Il ragazzo, visto il continuo aumento della temperatura, nel pomeriggio del 16 gennaio scorso ha deciso di andare al Pronto soccorso dove gli veniva assegnato un codice bianco. Il 19enne sembrava peggiorare con il passare delle ore e, visto il rifiuto del personale del Pronto soccorso nel “concedere” un termometro al ragazzo per misurare la temperatura, i familiari hanno deciso di recarsi a casa a recuperare il termometro, probabilmente impauriti dal peggioramento dello stato di salute del giovane. La temperatura era di quasi 40 °C  ma  quando l’infermiere di turno avrebbe deciso (secondo quanto detto) di misurare la febbre del paziente con il termometro del Pronto soccorso il risultato sarebbe stato di 37°C. Ne è nata una discussione che si è conclusa con l’attesa del paziente che dopo tre ore si sarebbe accasciato nel Pronto soccorso. I parenti hanno iniziato ad urlare e a chiedere l’intervento di qualcuno. I familiari del 19enne hanno raccontato la loro esperienza a Calabria 7, affermando che qualcuno dell’ospedale avrebbe detto al giovane: “Potevate evitare questa messa in scena”. Misurando la temperatura questa è risultata nuovamente a 37 °C con la conferma, raccontano i familiari, da parte del personale che “i termometri del  pronto soccorso non funzionassero”. Il giovane ha atteso sino a notte fonda prima di una vera visita. A lui qualcuno del personale del Pronto soccorso avrebbe detto: “Se non vi sta bene aspettare potete andarvene anche a Soverato”. “Non vogliamo fare polemiche ma vogliamo che il Pugliese funzioni perché non vogliamo più che accadano tragedie” – affermano i familiari del 19enne che preferiscono restare anonimi, ma vogliono rendere pubblica la loro serata da incubo al Pronto Soccorso di Catanzaro.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Paolo Fresu e DiBonaventura, secondo appuntamento di AMA Calabria

manfredi

Moto in fiamme nel quartiere Lido di Catanzaro

manfredi

Sergio Costanzo: “Cardamone si ostina a vedere una realtà che non esiste”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content