Calabria7

Padre e figlia si schiantano in scooter contro un palo, morti sul colpo

Stavano percorrendo la strada di Correzzola (Padova) quando, per cause ancora da accertare, hanno perso il controllo dello scooter e sono precipitati in un parcheggio in discesa, travolgendo il palo della segnaletica. Padre e figlia sono deceduti in un tragico incidente stradale poco dopo le 18 di ieri in provincia di Padova. Alfredo Bergamasco e sua figlia Elisa stavano tornando a casa a bordo dello scooter. I due sono finiti fuori strada per poi schiantarsi contro un palo della segnaletica stradale. La donna, di 33 anni, è morta sul colpo mentre il genitore è deceduto poco dopo in ospedale dove era stato trasportato in elicottero e ricoverato in prognosi riservata. L’incidente si è verificato all’altezza di un’ex trattoria in via Rebosola. Nonostante l’intervento tempestivo dei soccorritori, il medico del Suem ha purtroppo dovuto dichiarare il decesso della 33enne. Il padre della vittima è stato stabilizzato subito dopo ed elitrasportato in ospedale dove è morto intorno alle 21:00.

L’incidente

Le operazioni di soccorso e di messa in sicurezza della strada sono terminate intorno alle 20.30. Saranno le forze dell’ordine a chiarire le dinamiche dell’incidente ancora oscure. Al momento non sono emerse responsabilità di terzi. Si pensa che i due abbiano perso il controllo del veicolo a causa di un brevissimo istante di distrazione alla guida. Padre e figlia sono finiti prima sul ciglio della strada e poi sono precipitati in discesa, travolgendo nella corsa anche un cartello stradale. Lo scooter si è schiantato nel parcheggio asfaltato che si trova pochi metri più sotto l’ex trattoria di via Rebosola. La famiglia di Chioggia gestiva la pizzeria d’asporto “Dal Mago” di riva Canal Lombardo. La 33enne, pur avendo residenza ancora a Chioggia, viveva da tempo a Monsole di Cona insieme al marito e alla sua bimba di pochi anni. La strada sulla quale è accaduto l’incidente è trafficata e pericolosa perché piena di curve e costeggiata da imponenti alberi che in passato sono stati causa di impatti mortali per i conducenti di auto e moto. (Fanpage)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

AstraZeneca, Draghi sente Macron: con l’ok dell’Ema pronti a ripartire con somministrazioni

bruno mirante

Coronavirus, il paziente 1 in via di guarigione: respira da solo

manfredi

Draghi: “La dipendenza dal gas russo è sottomissione, lo compreremo dall’Africa”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content