Calabria7

Palestre, scuole, smart working e coprifuoco: ecco cosa cambia nel nuovo Dpcm

coronavirus coprifuoco

Il Dpcm, con alcune misure anti-Covid più urgenti, è in dirittura d’arrivo. È su questo che il governo sta lavorando da stamattina, dopo il vertice finito all’alba. Palazzo Chigi fa sapere che il provvedimento sarà varato domani e illustrato dal presidente del Consiglio in conferenza stampa. Ecco tutti i possibili provvedimenti.

Movida: chiusura alle 22 o alle 23

Si parla di chiusura alle 22 o alle 23 di bar e ristoranti, ma anche di cinema e teatri. Per tutti i cittadini potrebbero essere vietati gli spostamenti alla stessa ora a meno che non si abbiano «comprovate esigenze» quindi motivi di lavoro e di urgenza.

Sport e palestre

Basta con le partite di calcetto, anche per le squadre e le scuole gestite da società e associazioni sportive. E giù le saracinesche di palestre, sale gioco, teatri e cinema: questa potrebbe essere una delle limitazioni in arrivo.

Smart working al 75%

Svuotare gli uffici per evitare folla in strada, sui mezzi pubblici e nei ristoranti: è questo l’obiettivo della norma che potrebbe alzare la soglia dello smartworking fino al 75%.

L’orario di ingresso alle superiori

Gli studenti delle superiori potrebbero entrare alle 11: una decisione che potrebbe essere presa per evitare di dover ricorrere alla didattica a distanza in maniera estesa e generalizzata ma svuotare gli autobus e le metropolitane negli orari di punta.

Parrucchieri e centri estetici

Parrucchieri e centri estetici invece non dovrebbero essere chiusi: la misura, a quanto spiegano fonti di governo, non è sul tavolo della discussione in vista del nuovo dpcm con le norme anti contagio.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Migranti: catechisti di Cittanova visitano tendopoli San Ferdinando

Matteo Brancati

Provincia Catanzaro: gratitudine e impegno dei sette delegati

nico de luca

De Raho, ‘ndrangheta si nasconde dietro borghesia di professionisti

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content