Calabria7

Panico Covid, Guardia medica di Catanzaro si rifiuta di visitare un bimbo di 11 mesi

asp cosenza

di Gabriella Passariello- Si sarebbe rifiutata di visitarlo perché un sospetto caso Covid e i genitori hanno dovuto attendere 24 ore affinché al loro bimbo di appena undici mesi venissero apprestate tutte le cure del caso. E’ successo ieri intorno alle 11. I genitori del piccolo insieme ai nonni hanno citofonato alla Guardia medica di Catanzaro Lido, quartiere marinaro della città capoluogo di regione, e sempre via citofono hanno riferito al medico che il neonato aveva mal di orecchie, tosse e raffreddore, chiedendo alla dottoressa di turno di visitarlo. Il camice bianco, però, non li ha proprio ricevuti, rifiutandosi di visitare il bimbo, perché un possibile caso Covid: “Noi non siamo attrezzati per questo tipo di visite”.

Genitori indignati

Una frase che ha scatenato la rabbia dei genitori e dei nonni del bambino: “E’ inammissibile che in una situazione emergenziale come questa, ci siano guardie mediche non attrezzate per visitare i pazienti. Il bambino aveva mal di orecchie, tosse, raffreddore, non crediamo affatto che il medico non avesse gli strumenti per visitare le spalle e guardare la bocca del piccolo. Non ci si può rifiutare di visitare un bimbo di appena 11 mesi, solo perché potrebbe avere il Covid. Esistono le misure protettive per prevenire il Coronavirus. Il medico poteva effettuare la visita generica, con tanto di misurazione di febbre e utilizzando i dispositivi di protezione per poi dirci di mandarlo in ospedale e invece niente”.

Nessun caso Covid

Dinnanzi al rifiuto del medico, il nonno ha chiamato gli agenti della Polizia che sono intervenuti sul posto per verificare lo stato dei fatti, parlando con il medico. Ma nulla, il bambino ha dovuto attendere fino a stamattina per essere visitato: i genitori oggi  sono riusciti a rintracciare il pediatra e a portarlo a visita. Il referto? Nulla di grave, nessun contagio da  Covid- 19, solo un’infiammazione all’orecchio e la bocca infiammata perché il piccolo sta mettendo i denti.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Spaccio in scuole e tra minori: arresti in Calabria (VIDEO e NOMI)

nico de luca

Lutto nel giornalismo, scompare Gianni Romano

manfredi

Calcio, Seconda Categoria: l’Asd Real Montepaone presenta il nuovo organigramma

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content