Paracadutista di Cosenza muore dopo un lancio schiantandosi in un giardino

Fra le ipotesi potrebbe esserci anche quella del malore in quota, durante la discesa e dopo l’apertura della velatura

Per cause ancora tutte da chiarire un paracadutista della Folgore di stanza a Siena, che stava effettuando un lancio di addestramento nella zona adibita alle esercitazioni, collocata nel territorio di Altopascio, è morto precipitando al suolo di là dalla Bientinese, che è già territorio di Castelfranco di Sotto. L’uomo è finito in un giardino di una casa di Orentano e inutili sono stati i soccorsi. Sul luogo è arrivato anche il sindaco di Castelfranco di Sotto, Gabriele Toti, per capire la dinamica dell’incidente.

Si ipotizza malore in quota

Si ipotizza malore in quota

Si è trattato di un lancio a caduta libera e il paracadute, a profilo alare, secondo i testimoni, si sarebbe aperto regolarmente. Lanci di questo tipo, spiegano gli esperti, si effettuano da oltre 3mila metri, con il paracadute che si apre arrivato a quota 1200. Fra le ipotesi potrebbe esserci anche quella del malore in quota, durante la discesa e dopo l’apertura della velatura, cosa che avrebbe impedito di manovrare regolarmente il paracadute fino a terra. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118 della Toscana Centro Pistoia – Empoli.

La carriera e le passioni del paracadutista di Cosenza

La vittima è il 49enne sergente maggiore Gianluca Spina, originario di Cosenza. Il lutto ha colpito tutta la Folgore e in tanti, tra i colleghi, anche sui social, hanno scritto il loro cordoglio. Circa 14 anni fa, nel 2009, il sergente maggiore Gianluca Spina, che era stato in missione per la Folgore in Afghanistan aveva commentato ufficialmente la morte di sei colleghi in un attentato nel centro di Kabul il 16 settembre. Partecipando alle esequie di Stato, a Roma Gianluca aveva rilasciato queste dichiarazioni: “È un dolore immenso ma sono contento di averli conosciuti. Il mio cuore è rimasto in Afghanistan. Vorrei essere lì a dare una mano. Solo chi è paracadutista può capire la bellezza di questo lavoro e quello che proviamo. La situazione in Afghanistan è molto difficile ma siamo preparati anche se ci sono cose che non si possono prevedere”. A testimonianza del suo impegno, e della sua voglia di vivere e di darsi da fare. Gianluca si era diplomato all’Itc Pezzullo di Cosenza per poi laurearsi a Siena dove era infine rimasto facendo carriera nella Folgore. Amante dei cani e delle maratone era rimasto sempre molto legato alla sua terra d’origine. (LuccaInDiretta)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Dopo circa due ore di riunione, il Consiglio di amministrazione della Rai ha dato disco verde al pacchetto di nomine a direzioni di testate
Annunciato un tavolo tecnico regionale ad hoc con l'assessore all'Ambiente alla tutela del territorio per avviare la fase 2
Ignoti, al momento, i motivi che hanno spinto l’agente a compiere il folle gesto
Trenitalia si impegna ad assicurare la quasi totalità dei collegamenti, con possibili leggere modifiche al programma dei treni regionali
L'Agenzia che fa capo al ministero della Salute ha valutato le performance dei manager di 53 ospedali pubblici, di cui 30 universitari
Il caso
I passaggi chiave della sentenza delle Sezioni riunite che ha dichiarato inammissibile il Piano di riequilibrio. Atti alla Procura contabile. Gli amministratori rischiano pesanti sanzioni ma a pagare sono creditori e cittadini
Il destinatario del provvedimento, residente nel territorio della provincia di Livorno, è ritenuto socialmente pericoloso
L'avrebbe schiaffeggiata talmente forte da farla cadere a terra, afferrata dal collo e presa dai capelli fino a strapparle alcune ciocche
Sull'accaduto indagano i carabinieri. Dietro l'ennesimo episodio si cela l'ombra della 'ndrangheta
La tecnica restituisce il controllo delle gambe a un uomo rimasto paralizzato dopo un incidente in bici
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved