ParaTaekwondo, la 11enne catanzarese Sofia Mininni si laurea campionessa italiana

Successo per la Società catanzarese Taekwondo Guerra, che ottiene anche altre due medaglie d'oro, un argento e un bronzo

Mentre in palestra continua la festa per il titolo europeo di forme conquistato in Austria da Giuseppe Corasaniti, atleta della nazionale italiana ParaTaeKwonDo FITA classe P51, venerdì 1° dicembre a Giugliano (NA) la compagna di squadra Sofia Mininni nella classe P20 conquista il titolo di Campionessa Italiana.
La giovanissima atleta del maestro Tonino Guerra, di soli 11 anni e iscritta al progetto sportivo studentesco d’inclusione e per ragazzi con disabilità  denominato “Il TaeKwonDo sale in cattedra” in convenzione per il 3° anno consecutivo con il Convitto nazionale Galluppi di Catanzaro e l’Amministrazione Provinciale, dopo le operazioni di accreditamento per la classificazione funzionale di competizione, alla chiamata dell’arbitro si è presentata sul campo di gara serena, sorridente e pronta per affrontare ogni difficile prova di carattere e di concentrazione; alla fine la sua brillante performance nel portare a termine le due individuali prove, ha convinto i 5 ufficiali di gara designati che le hanno decretato la vittoria attribuendole  un meritato punteggio.

Tutti i risultati della Società catanzarese

Nella stessa giornata, sempre nel Palazzetto dello Sport di Giugliano, si è svolta una straordinaria gara federale nazionale denominata Master Talent 2023 egregiamente organizzata dal Comitato regionale F.I.Ta /Campania alla quale hanno partecipato tantissimi atleti provenienti da tutta Italia e iscritti al Progetto Intergenerazionale Over 60 promosso da Sport e Salute ed organizzato dalla FITA.  
La straordinaria squadra catanzarese del Team Golden Taekwondo Guerra capitanata dal maestro Tonino composta da 6 atleti, dimostrando grinta e fluidità tecnica, è riuscita a primeggiare con 2 medaglie d’oro (Paride Guerra categoria A2 – 66/70 M ed Eugenia Fiumano 1a forma -71/75 F), 1 d’argento con Anna Vitale (categoria A1 – 71/75 F) ed 1 di bronzo con Pino Teti (categoria A1 – 71/75 M).
Traghettare dall’allenamento adattato svolto in palestra, ai campi di gara di Giugliano, non è stato per nulla facile gestire l’ansia da prestazione dei “nonni Over 60”, e per alleggerire l’accumulata tensione nervosa pre-gara, notevole è stato l’impegno fuori campo curato dal M° Maria Fragale e dalla fisioterapista sociale dott.ssa Paola Nocera che sono riusciti a far mantenere all’intero gruppo alto il livello del fattore autostima, trasmettendo loro fiducia nelle proprie capacità e nelle proprie caratteristiche personali.
Nella prova A1 – 66/70 M, Umberto Squillace e Annarita Guerra (categoria A1 66/70 F) pur disputando una buona gara non sono riusciti a superare le fasi eliminatorie. Grazie a questi lusinghieri piazzamenti, la Benemerita Società TaeKwonDo Guerra di Catanzaro si è piazzata al 5° posto a squadre sul podio tricolore della FITA.  
Nel medagliere olimpico la Società TaeKwonDo Guerra, infine, ottiene il 5° posto assoluto.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Solo negli ultimi due giorni almeno due segnalazioni nel Capoluogo, ma i casi vanno avanti con sempre maggior frequenza in tutta la regione
Giudizio immediato per Figorilli. Sotto inchiesta anche il padre nei cui confronti la Procura procede separatamente
Qualche problema potrebbero averlo alcuni test diagnostici che non sarebbero in grado di identificare correttamente il virus
Lo ha proclamato il sindacato Conapo. "Il nostro è un grido di allarme verso chi, al Ministero dell’Interno, si dimentica troppo spesso della nostra categoria"
La donna inizialmente non si trovava, ma in realtà si era rifugiata in una zona dell'abitazione non toccata dalle fiamme
La decisione è stata annunciata oggi, ma non è stata indicata una data di fine dell'agitazione
Le cinque province calabresi non brillano nella tragica classifica dei decessi
Sono circa 373.000 i candidati. Valditara: "Favoriamo la continuità didattica"
Nei giorni scorsi era stato chiuso un tratto di circa 80 chilometri per tre giorni di fila
A due persone gli agenti hanno ordinato di allontanarsi dal Comune di Tropea e di non potervi fare rientro per 3 anni
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved