Calabria7

Parco giochi quartiere Corvo, Rotundo: segnalazioni senza risposta

Ipocrisia, è l’unica parola che si può esprimere guardando le attuali condizioni in cui versa il parco giochi nel quartiere di Corvo.
Lo scrive il consigliere comunale di Fare per Catanzaro, Cristina Rotundo.
A nulla sono servite le segnalazioni di alcuni cittadini con le quali ne denunciavano il degrado, l’incuria, e la pericolosità che alcuni giochi costituiscono per l’incolumità dei bambini che frequentano ogni giorno il parco stesso.
Neanche la presenza di lamiere degli scivoli divelte dal loro alloggiamento, colpiscono la coscienza del nostro Sindaco e della sua giunta, bravi negli annunci ad effetto quanto scarsi nell’occuparsi della sicurezza dei suoi cittadini, compresi quelli più piccoli.
L’ipocrisia degli annunci si manifesta proprio nelle condizioni di abbandono e degrado del parco giochi del quartiere Corvo e di tutta la città che, non rendono merito al capoluogo di Regione.
Adesso, oltre ad alcuni  giochi inagibili, la cui presenza continua a essere un’importante fonte di pericolo, è anche l’incuria a farla da padrone: erba ad altezza giochi, pavimentazioni sconnesse e condizioni di degrado ovunque. Non farò ulteriori appelli caro Sindaco, non servirebbero.
Sono le immagini che parlano da sé, e, sono sicura che le considerazioni finali sapranno farle proprio i genitori di quei bambini che, per trascorrere alcune ore di gioco e divertimento, rischiano di farsi male e parecchio.
© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Fase 2, Falcomatà lancia l’allarme: “I Comuni rischiano la bancarotta”

Matteo Brancati

La truffa delle ‘false’ Poste Italiane arriva a Catanzaro, di che cosa si tratta

Matteo Brancati

Scompare ex consigliere comunale Catanzaro: “Ciao Elio, ci mancherai”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content