Calabria7

Parole di Vita, III domenica di Pasqua nel commento di don Gaudioso (Video)

di don Gaudioso Mercuri

Carissimi amici, oggi la pericope evangelica ci presenta lo stupendo dialogo tra il Risorto e Pietro, fatto con gli occhi ad altezza del cuore. Tre richieste uguali e ogni volta diverse, il più bel dialogo di Gesù con l’Apostolo scelto per guidare la Chiesa: “Simone di Giovanni mi ami più di tutti? Mi ami? Mi vuoi bene?”. Non chiede a Simone: “Pietro, hai capito il mio messaggio? È chiaro ciò che ho fatto? Ciò che devi annunciare agli altri?”. Ma gli chiede prova dell’amore!

Gesù nella sua tenerezza e misericordia vuole incontrare Pietro, che per paura lo aveva rinnegato, e gli rivolge quelle semplici e profonde domane: “Mi ami? Mi vuoi bene?” “Signore, tu sai che ti voglio bene, tu conosci tutto, tu sai che ti voglio bene!“. E Gesù rinnova tutta la sua fiducia in Pietro e lo conferma nella sua missione di capo degli apostoli e della Chiesa.
Dio è Amore, Dio ci riempie di amore, chiede anche a ciascuno di noi di volergli bene, di amarlo, di imparare a vivere la vita nell’amore. Così è per Pietro, è ora per Papa Francesco, successore di Pietro, così è per ogni cristiano, per ogni famiglia. Quanta tenerezza in queste parole, quanto interesse per noi.

Ma vorrei dire due parole su Pietro. Simone era un povero pescatore senza cultura, per conoscere Gesù non basta la cultura, non basta l’intelligenza, non basta lo studio, è necessaria una luce che viene dall’alto, questa luce si chiama fede ed entra soltanto nelle persone umili. Gesù ha voluto che nella sua Chiesa avesse un punto di riferimento, di convergenza, un punto di unione: Pietro ha questo compito il compito di tenere unita la Chiesa, perché l’orgoglio tenta sempre di dividere. Ma qui viene subito una obiezione, Pietro non assomigliava alla Pietra descritta da Gesù. Pietro era un impulsivo, un emotivo. Perché Gesù ha scelto allora Pietro? Per ricordarci che la solidità della Chiesa non sono gli uomini, ma Gesù, che si impegna a costruire l’unità della sua Chiesa attraverso strumenti fragili come Simone. E’ straordinario lo stile di Dio che guarda all’umile ed al povero. Gesù ci ama di un amore immenso e ce lo ha dimostrato. Oggi chiede a ciascuno di noi: “mi ami tu? “
Buona domenica a tutti

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Codacons denuncia: “A Catanzaro tariffe acqua maggiorate per 10 milioni di euro”

Matteo Brancati

Us Catanzaro, Figliomeni: “Stiamo tornando quelli di prima” (VIDEO)

manfredi

In vendita calendario della Polizia di Stato, il ricavato andrà in beneficenza

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content