Passepartout e gli appalti pilotati in Regione, a giudizio Oliverio e Adamo

Passepartout regione calabria

Quindici rinvii a giudizio e un solo non luogo a procedere per i 16 imputati tra imprenditori, politici e amministratori pubblici, finiti nell’inchiesta “Passepartout”, con le accuse a vario titolo di turbata libertà degli incanti, corruzione aggravata, ma anche traffico di influenze illecite, abuso d’ufficio, frode nelle pubbliche forniture.

Il gup del Tribunale di Catanzaro Alfredo Ferraro ha mandato a processo Mario Oliverio, ex presidente della Regione Calabria; Nicola Adamo, ex consigliere regionale; Giuseppe Lo Feudo, direttore generale delle Ferrovie della Calabria; l’imprenditore Pietro Ventura, l’imprenditore Rocco Borgia; Santo Marazzita, direttore dell’esercizio ferroviario di Ferrovie della Calabria; l’imprenditore Giulio Marchi; l’imprenditore Armando Latini; Giovanni Forciniti; Fortunato Varone, Luigi Incarnato ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere), Luca Morrone, (il pm aveva chiesto il non luogo a procedere) Luigi Giuseppe Zinno ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere), Antonio Capristo, ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere) Giuseppe Trifirò ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere). Il giudice ha sentenziato il non luogo a procedere solo per il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto.

Il gup del Tribunale di Catanzaro Alfredo Ferraro ha mandato a processo Mario Oliverio, ex presidente della Regione Calabria; Nicola Adamo, ex consigliere regionale; Giuseppe Lo Feudo, direttore generale delle Ferrovie della Calabria; l’imprenditore Pietro Ventura, l’imprenditore Rocco Borgia; Santo Marazzita, direttore dell’esercizio ferroviario di Ferrovie della Calabria; l’imprenditore Giulio Marchi; l’imprenditore Armando Latini; Giovanni Forciniti; Fortunato Varone, Luigi Incarnato ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere), Luca Morrone, (il pm aveva chiesto il non luogo a procedere) Luigi Giuseppe Zinno ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere), Antonio Capristo, ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere) Giuseppe Trifirò ( il pm aveva chiesto il non luogo a procedere). Il giudice ha sentenziato il non luogo a procedere solo per il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto.

Cade per tutti il reato di associazione a delinquere, come richiesto in aula dal pubblico ministero Graziella Viscomi. Il processo per gli imputati rinviati a giudizio inizierà il prossimo 27 aprile davanti ai giudici del Tribunale collegiale di Catanzaro.

Per altri quattro imputati che invece hanno optato per il rito abbreviato si ritornerà in aula il 23 ottobre. Si tratta di Pasquale Gidaro, difeso dall’avvocato Giusy Caliò, Eugenia Montilla, difesa dal legale Francesco Gambardella, Tito Berti Nulli, assistito dall’avvocato Vincenzo Ioppoli e Arturo Veltri.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE

La storia di Sherlock Holmes, un mito che non tramonta mai

"Le risorse ci sono e questa settimana sarò in Senato per l'approvazione definitiva del decreto Ponte" ha detto il ministro
Migliaia di visitatori, oltre trecento scuole (tra calabresi e piemontesi) in presenza e da remoto, illustri personalità, tutti rapiti da quello che è stato definito il migliore stand della fiera
Nel giro di pochi minuti è stata portata all'ospedale dove è morta. La piccola, però, era già in coma
Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e i soccorsi sanitari con un'ambulanza e l'elisoccorso. Inutili le manovre salvavita
L’elezione all’unanimità è avvenuta nel Consiglio direttivo dell’associazione regionale, rinnovato lunedì 22 maggio
"Abbiamo sempre prestato grande attenzione all’innovazione e allo sviluppo del territorio", spiega il presidente Sebastiano Barbanti
Due le vetture coinvolte, una Mercedes E270 e una Nissan Qashqai. I feriti sono stati trasportati in ospedale
Il brevetto si articola in 4 gruppi di prove sportive (oltre a una dimostrazione di nuoto) che evidenziano la preparazione fisica del brevettato sotto diversi aspetti
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved