Pd, il partito continua a registrare un evidente vuoto di potere

pd calabria

di Danilo Colacino – Una lotta per bande che vogliono spartirsi il residuo potere rimasto. Sono in molti, fra gli attivisti calabresi del Pd, a pensarla così. Un giudizio severo, forse persino eccessivo, anche se il vulnus che si registra nei quadri dirigenti regionali è palese. La vulgata vorrebbe l’ex segretario Ernesto Magorno in vena di “trattative febbrili” con l’attuale governatore Mario Oliverio (desideroso di ottenere la ricandidatura al vertice della Cittadella, a patto naturalmente di una positiva risoluzione della vicenda giudiziaria in cui è coinvolto da un mesetto circa) al fine di poter avere il via libera per continuare a controllare il partito regionale attraverso un coordinatore a lui gradito o addirittura di sua diretta emanazione. Una mission che starebbe compiendo con l’appoggio di uno dei maggiorenti romani, già componente della squadra di governo a trazione Democrat, Luca Lotti.

La realtà provinciale. Ma non è finita qui, perché scendendo per li rami, per mutuare il Sommo, in provincia di Catanzaro il segretario Gianluca Cuda avrebbe qualche problema, non essendo più in rapporti idilliaci con uno degli azionisti di riferimento: quell’Enzo Bruno che gli passò il testimone al momento di doversi dimettere dalla carica partitica in virtù dell’elezione a presidente dell’ente intermedio. Ma vi è di più: pare anche che un esponente piddino del calibro del componente dell’assemblea di Palazzo Campoanella Tonino Scalzo, che di Cuda fu sponsor, starebbe per allocarsi altrove, avendo già intrapreso il transito verso “altri lidi”. Un proposito che parrebbe essere balenato anche nella mente del vicepresidente del consiglio regionale Enzo Ciconte, oggettivamente non trattato benissimo dalla segreteria di Via Del Nazareno, tuttavia alquanto combattuto sul da farsi. Comunque sia, Cuda allo stato resta saldo al suo posto mentre sulla scena si impongono sempre più figure come quella dell’apprezzato sindaco di Soverato Ernesto Alecci e, anche sul fronte del sospirato woman power, dell’intraprendente e battagliera esponente Alessia Bausone, tanto per citare due nomi che pur a diverso titolo sono ricorrenti.

La realtà provinciale. Ma non è finita qui, perché scendendo per li rami, per mutuare il Sommo, in provincia di Catanzaro il segretario Gianluca Cuda avrebbe qualche problema, non essendo più in rapporti idilliaci con uno degli azionisti di riferimento: quell’Enzo Bruno che gli passò il testimone al momento di doversi dimettere dalla carica partitica in virtù dell’elezione a presidente dell’ente intermedio. Ma vi è di più: pare anche che un esponente piddino del calibro del componente dell’assemblea di Palazzo Campoanella Tonino Scalzo, che di Cuda fu sponsor, starebbe per allocarsi altrove, avendo già intrapreso il transito verso “altri lidi”. Un proposito che parrebbe essere balenato anche nella mente del vicepresidente del consiglio regionale Enzo Ciconte, oggettivamente non trattato benissimo dalla segreteria di Via Del Nazareno, tuttavia alquanto combattuto sul da farsi. Comunque sia, Cuda allo stato resta saldo al suo posto mentre sulla scena si impongono sempre più figure come quella dell’apprezzato sindaco di Soverato Ernesto Alecci e, anche sul fronte del sospirato woman power, dell’intraprendente e battagliera esponente Alessia Bausone, tanto per citare due nomi che pur a diverso titolo sono ricorrenti.

Il quadro cittadino. Asfittica, per così dire, anche la situazione cittadina che preoccupa i rappresentanti locali dopo il voto interno per le convenzioni di circolo attestatosi intorno ad appena 200 “adesioni”. Poco, troppo poco, pure considerando i forfait, dovuti a problemi organizzativi, delle sedi di Lido e Corvo.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nella finale mondiale azzurri ancora ko (6-4) nella finale contro la Seleçao, imbattibile sulla sabbia di Dubai
Serie D
Altra vittoria pesantissima per il Trapani, che ipoteca la promozione in Serie C
Il messaggio che viene fuori dal seminario organizzato nel Cosentino intende rilanciare quello che è stato il caposaldo dell’inclusione per le persone non vedenti
Lo scontro ha interessato una Fiat Grande Punto e una Volkswagen Golf. Durante le operazioni di soccorso la strada è stata momentaneamente bloccata
Allarmata preoccupazione del presidente Paolo D'Achille in una lettera aperta alla ministra Anna Maria Bernini e al rettore dell'Ateneo di Bologna, Giovanni Molari
La giovane è riuscita a dare l'allarme e a denunciare l'accaduto
''Dovrebbero essere cancellati i loro visti'', ha detto il presidente ucraino
L'elogio dello stilista al presidente del Consiglio: "Ha due elementi importanti in corpo abbastanza robusti, non ce li ha ma è come se ce li avesse"
Sono stati i vicini di casa a chiamare i soccorsi. I medici del Suem arrivati sul posto hanno stabilizzato il giovane che è stato trasportato in ospedale
Al corteo, che si sta svolgendo sotto una pioggia battente, partecipa la segretaria del Pd, Elly Schlein
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved