Pedone travolto e ucciso sul tratto catanzarese della Statale 106, la Procura indaga per omicidio stradale

Il sinistro si è verificato mercoledì scorso. A perdere la vita il dottor Maurizio Corrado Docimo, 65 anni, del posto
incidente sellia

La Procura di Catanzaro ha aperto un procedimento penale per il reato di omicidio stradale sul tragico incidente costato la vita mercoledì 21 febbraio 2024, poco prima delle 18, a Sellia Marina, al dottor Maurizio Corrado Docimo, 65 anni, del posto, ennesima “croce” sulla Statale 106.

Il pm titolare del fascicolo, Graziella Viscomi, ha iscritto nel registro degli indagati il conducente della Smart che, provenendo dalle sue spalle, nella stessa direzione di marcia, verso Catanzaro, all’altezza del chilometro 201+800, ha travolto il sessantacinquenne, medico prossimo alla pensione, che stava camminando sul ciglio della strada, come attestato anche dal punto d’urto, avvenuto sull’estrema destra del paraurti anteriore dell’utilitaria: si tratta di M. F., 45 anni, di Botricello, sempre nel Catanzarese. L’automobilista non si sarebbe accorto del pedone a bordo strada, non avendo lasciato sull’asfalto alcuna traccia di frenata.

Il pm titolare del fascicolo, Graziella Viscomi, ha iscritto nel registro degli indagati il conducente della Smart che, provenendo dalle sue spalle, nella stessa direzione di marcia, verso Catanzaro, all’altezza del chilometro 201+800, ha travolto il sessantacinquenne, medico prossimo alla pensione, che stava camminando sul ciglio della strada, come attestato anche dal punto d’urto, avvenuto sull’estrema destra del paraurti anteriore dell’utilitaria: si tratta di M. F., 45 anni, di Botricello, sempre nel Catanzarese. L’automobilista non si sarebbe accorto del pedone a bordo strada, non avendo lasciato sull’asfalto alcuna traccia di frenata.

Il sostituto procuratore ha altresì disposto l’autopsia sulla salma della vittima per confermare che il decesso sia stato dovuto ai gravissimi politraumi riportati in seguito al violentissimo e fatale investimento: l’incarico viene conferito nella mattinata di oggi, sabato 24 febbraio, alle ore 10.30, negli uffici della Procura.

C’è attesa per i funerali

Una volta effettuato l’esame autoptico dal medico legale incaricato, l’autorità giudiziaria darà il nulla osta e i congiunti potranno fissare la data dei funerali, che saranno partecipatissimi: anche il sindaco di Sellia Marina ha espresso a nome di tutta la comunità il suo profondo cordoglio alla famiglia per la perdita dello stimato concittadino, rinnovando l’appello alle istituzioni a mettere in sicurezza la “Strada della Morte”, la SS 106, così come ha fatto l’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime sulla Strada Statale 106”.

Il dottor Docimo lascia due sorelle a cui era legatissimo. Una di loro per esser assistita, fare piena luce sul terribile incidente, che è stato rilevato dalla Polizia Stradale di Catanzaro, e ottenere giustizia, attraverso l’Area manager per la Calabria Giuseppe Cilidonio, si è affidata a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, che peraltro collabora attivamente da anni con l’associazione “Basta Vittime sulla SS 106”.

LEGGI ANCHE | Ancora un morto sulla 106, pedone travolto da un’auto sul tratto catanzarese di Sellia Marina

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved