“Per Belcastro”, il candidato a sindaco Torchia: “Obiettivo sviluppare energie del borgo”

Una sfida per il rinnovamento all’insegna della buona amministrazione che, coniugando trasparenza, legalità e partecipazione, renda protagonista la comunità nel sogno di un futuro possibile: uno splendido borgo che rivive grazie alle idee all’entusiasmo delle sue giovani generazioni puntando su cultura e ambiente.

E’ questo il sogno di Antonio Torchia, sottoufficiale della Polizia di Stato e presidente della Pro Loco di Belcastro, candidato sindaco di Belcastro e della sua squadra di aspiranti consiglieri, sotto il simbolo della Lista Civica “Per Belcastro” nella competizione dei prossimi 20 e 21 settembre.

E’ questo il sogno di Antonio Torchia, sottoufficiale della Polizia di Stato e presidente della Pro Loco di Belcastro, candidato sindaco di Belcastro e della sua squadra di aspiranti consiglieri, sotto il simbolo della Lista Civica “Per Belcastro” nella competizione dei prossimi 20 e 21 settembre.

“La nostra scommessa è quella di costruire un paese migliore in cui vivere, sviluppare le energie di questo stupendo borgo dalla storia millenaria e assicurare un futuro ai nostri figli: questo ci spinge a sottoporre la nostra candidatura all’attenzione dei nostri concittadini – afferma il candidato sindaco Antonio Torchia –. Amministreremo il nostro Comune impegno, onestà intellettuale, rispetto della dignità di ogni cittadino, trasparenza e collaborazione con tutta la comunità. Etica, morale e legalità queste le stelle polari del nostro operato. Il nostro programma, che nei prossimi giorni illustreremo nel dettaglio,  è stato ideato esclusivamente per venire incontro alle reali esigenze dei cittadini di Belcastro, individuate anche grazie al costante ascolto della popolazione. Siamo convinti che nel realizzarlo possiamo inaugurare un percorso virtuoso di crescita e sviluppo per il nostro territorio”.

Di seguito i nomi dei candidati della lista “Per Belcastro”: Antonio Torchia (1973) – candidato sindaco; Leone Fernando (1969), Mazza Tommaso (1970); Folino Vincenzo (1995) – Folino Alfredo (2000); Rocca Luigi (1997); Gentile Domenico (1998); Scarpino Luigi (1998); Madia Giuseppe (1987); Gualtieri Massimo (1998); Marchio Stefano (1990).

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'uomo, in carcere dal 22 agosto scorso, ha ricevuto una pena superiore a quella richiesta inizialmente dal pubblico ministero
Scotti: "In mancanza di correttivi cresce la carenza di dottori già elevata, in 3 anni -15.000"
L'esponente di Fi era finita agli arresti domiciliari, poi revocati, con le accuse di corruzione, false fatturazioni e truffa ai danni dell'Europarlamento
Il rettore Nicola Leone ha dato il benvenuto ai 120 giovani già iscritti. Metà proviene da altre regioni
Il neo-questore, 59 anni, dirigente superiore della Polizia di Stato, è originario di Messina ed è in polizia dal 1989
Ventotto sono stati i passeggeri di questo primo volo con la Capitale. Sky alps garantirà il servizio per i prossimi tre anni
Al momento, solo Coop e Conad hanno deciso comunque di applicare gli sconti
In 57 pagine il Tribunale di Catanzaro spiega la regolarità della crescita imprenditoriale del gruppo lametino: “Accuse non riscontrate"
Il sacerdote nota con dolore il divario che c'è tra chi dorme in alberghi a cinque stelle e chi invece dorme sotto le stelle
L'operaio italiano lavorava in un'azienda di ristrutturazioni. I carabinieri non escludono alcuna pista ma l'incidente è la più accreditata
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved