Perché soffriamo il freddo? Scoperta la proteina che funge da “sensore”

L'hanno scoperta nei topi scienziati statunitensi dell'università del Michigan, che con uno studio pubblicato su 'Nature Neuroscience'
meteo

Si chiama GluK2 ed è un ‘sensore del freddo’, una proteina che permette ai mammiferi di avvertire temperature inferiori ai 60 gradi Fahrenheit (15° C). L’hanno scoperta nei topi scienziati statunitensi dell’università del Michigan, che con uno studio pubblicato su ‘Nature Neuroscience’ colmano una lacuna di vecchia data nella biologia sensoriale. Il lavoro, sostenuto dagli Nih americani, “apre nuove strade per capire meglio reazioni di dolore al freddo” come quelle sperimentate ad esempio dai malati di cancro in chemioterapia, e indica “un possibile bersaglio terapeutico per trattare il dolore nei pazienti in cui la sensazione di freddo è sovrastimolata”, spiega Shawn Xu, autore senior della ricerca insieme al collega Bo Duan.

In uno studio del 2019, Xu e colleghi avevano identificato la prima proteina sensore del freddo nel Caenorhabditis elegans, un verme molto utilizzato come modello per studi di laboratorio. Siccome nel corso dell’evoluzione il gene che la codifica si è conservato in molte specie, inclusi topi ed esseri umani, da quella ricerca gli scienziati sono partiti per svelare l”antenna’ del freddo nei mammiferi. Hanno condotto esperimenti su topi privi del gene GluK2 e quindi della proteina corrispondente, osservando che non mostravano alcuna risposta al freddo più intenso.

GluK2 è localizzata principalmente a livello cerebrale, dove riceve segnali chimici che aiutano il dialogo fra i neuroni. Ma si trova anche nel sistema nervoso periferico, cioè fuori dal cervello e dal midollo spinale, e “ora sappiamo che a livello periferico questa proteina svolge una funzione completamente diversa – precisa Duan – elaborando i segnali di temperatura” e mediando così la percezione del freddo. Considerando che il gene GluK2 ha ‘parenti’ lungo l’albero evolutivo, risalendo fino ai batteri unicellulari che non sono dotati di cervello, l’ipotesi è che la funzione originaria della proteina fosse proprio quella di captare il freddo. (Adnkronos)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved