Calabria7

Perizie false per Mantella, chiesto rinvio a giudizio per avvocati e medici (NOMI)

Tribunale di Catanzaro

Corruzione, favoreggiamento personale, frode processuale e false perizie. Sono i reati per i quali la Dda di Catanzaro ha ottenuto dal gup distrettuale il rinvio a giudizio nei confronti di due avvocati, consulenti tecnici di parte, medici e periti. Gli imputati sono in totale 9.

Le condotte sono aggravate dalle finalità mafiose, rappresentate dalla volontà di favorire il boss emergente di Vibo Andrea Mantella (oggi collaboratore di giustizia), all’epoca dei fatti ricoverato nella clinica cosentina Villa Verde di Donnici (Cs). Il processo è stato disposto per gli avvocati Salvatore Staiano e Giuseppe Di Renzo, i medici Luigi Ambrosio, Domenico Buccomino, Massimiliano Cardamone, Silvana Albani. Processo anche per Andrea Mantella, Francesco Lo Bianco di Vibo (cugino di Mantella) e Antonio Falbo, 57 anni, di Lamezia Terme (CZ). Per ottenere ricoveri “facili” nella clinica di Donnici, Andrea Mantella e Francesco Scrugli avrebbero sborsato quasi centomila euro in regali per i medici, fra denaro contante, rolex, prosciutti, vini pregiati, tappeti e materassi. Gli avvocati, attraverso consulenze mediche di parte ritenute false, sono quindi accusati di aver presentato istanze volte a far uscire Mantella dal carcere. Il processo si aprirà il 9 luglio dinanzi al Tribunale collegiale di Catanzaro.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Lucano, Cassazione: “Mancano indizi di comportamenti fraudolenti”

manfredi

Fermato dalla Polfer con cannabis, tolta Protezione Internazionale

manfredi

Spara ripetutamente contro un giovane, arrestato 22enne a Cosenza

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content