Permessi Inps legge 104, quando spettano 6 giorni e non 3

Il limite di tre giorni può essere superato in alcuni casi: ecco quali
permessi inps

La legge n. 104 del 1992 riconosce 3 giorni di permesso retribuito ogni mese al lavoratore che deve assistere un parente (o un affine) con disabilità. Questo limite può essere derogato laddove i familiari disabili da assistere siano due, ma solamente nel caso in cui se ne soddisfino i requisiti.

Nel dettaglio, è l’articolo 6 del decreto n. 119 del 2011 a riconoscere 6 giorni di permesso al posto dei soliti 3 qualora sia necessario assistere distintamente due persone con disabilità, a patto però che entrambi siano parenti (genitori o figli) o affini (suocero o suocera) entro il primo grado, con l’aggiunta del coniuge.

Nel dettaglio, è l’articolo 6 del decreto n. 119 del 2011 a riconoscere 6 giorni di permesso al posto dei soliti 3 qualora sia necessario assistere distintamente due persone con disabilità, a patto però che entrambi siano parenti (genitori o figli) o affini (suocero o suocera) entro il primo grado, con l’aggiunta del coniuge.

Vale anche per parenti (fratelli, sorelle, nipoti, nonni) e affini entro il secondo grado se il coniuge o il genitore della persona da assistere non è presente o comunque non è nella condizione di potersi prendere cura del disabile (ad esempio se sono invalidi a loro volta oppure nel caso in cui abbiano compiuto 65 anni di età).

Tuttavia, il fatto che le persone che necessitano di assistenza siano parenti o affini entro il secondo grado non è di per sé sufficiente per far sì che i permessi a disposizione possano raddoppiare. Nel momento in cui si fa domanda – che dovrà essere separata per ogni persona per la quale si richiede l’assistenza ai sensi della legge n. 104 del 1992 – bisognerà allegare la documentazione con cui si dimostra che ciascuna di queste necessita di un’assistenza continua e soprattutto esclusiva.

Ha invece sempre diritto a 6 giorni di permesso il disabile che a sua volta deve assistere un parente o un affine, ma solo previa certificazione medica con il quale viene attestata la sua capacità a potersi prendere cura dell’altra persona. (Adnkronos)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Sul posto sono presenti, oltre ai soccorritori, le squadre di Anas e delle Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità in loco
La difesa ha dimostrato il non coinvolgimento nei fatti contestati e la totale inconsapevolezza di essere partecipe di un disegno criminoso
Accolta l'istanza difensiva all'esito dell'interrogatorio di garanzia in cui l'indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere
Il progetto che ha partecipato alla call europea ha trai partner anche la Umg di Catanzaro, l'Università Mediterranea di Reggio, e la Regione Calabria
Il presidente Mancuso: “Il Consiglio si dota di una tecnologia emergente nell’ambito della sperimentazione ingegneristica”
Il comune nel Cosentino mira a diventare una meta ambita per gli amanti dell'arte, della cultura e della gastronomia
L'assessore regionale ai Trasporti Emma Staine: “Attuare un sistema di trasporti intermodale che possa agevolare il rilancio del territorio”
Iscritti sul registro i vertici di Endered Italia. L'inchiesta è partita dalla denuncia di un altra azienda a proposito delle gare per le convenzioni
I nuovi dettagli dall'inchiesta: dall'ex direttrice ai colleghi la "mobilitazione" per aiutare la candidata privilegiata a superare gli esami
L’iniziativa del Coordinamento provinciale a sostegno del popolo palestinese partirà da Piazza Matteotti
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved