Calabria7

Pesca: FdI chiede di rivedere criteri assegnazione quote tonno rosso

«Procedere a un’equa ed equilibrata ripartizione delle quote di tonno rosso, per valorizzare la pesca costiera artigianale, mediante bandi pubblici che favoriscano l’ingresso di nuove imbarcazioni».

E’ quanto chiedono, con una interrogazione al ministro delle Politiche Agricole, le deputate di Fratelli d’Italia Carolina Varchi e Wanda Ferro, richiamando quanto denunciato dagli assessori alla Pesca delle Regioni Calabria e Sicilia, secondo cui il sistema delle quote per la campagna del tonno rosso penalizza le marinerie locali, consentendo la pesca ad un numero ristretto di operatori, “a causa di criteri che andrebbero immediatamente cambiati prima di condannare le imbarcazioni locali di pesca al fallimento”.  Gli assessori di Calabria e Sicilia avevano inviato una nota congiunta al ministro Bellanova, ricordano le parlamentari di FdI, per rimarcare che il provvedimento “continua ad assegnare le nuove quote disponibili ad imbarcazioni già in possesso di altre quote, impedendo di fatto l’accesso a nuove imprese. Le marinerie locali, in particolare calabrese e siciliana – spiegano le deputate di Fratelli d’Italia – vantano un’importante tradizione, ma essendo costituite prevalentemente da imbarcazioni di pesca costiera artigianale, non sono state in grado di accedere all’assegnazione delle quote, finendo con l’essere ulteriormente penalizzate da un sistema basato sui parametri delle dotazioni storiche, che avvantaggia chi è già presente nel settore, precludendo, di fatto, la possibilità di nuovi accessi”.  Per Carolina Varchi e Wanda Ferro, «è necessario riequilibrare il sistema, invertendo la dannosa tendenza di assegnare l’aumento di quote a poche barche, penalizzando l’intero sistema delle marinerie locali, con risvolti significativi in tema di sviluppo, economia, turismo e valorizzazione delle tradizioni». Varchi e Ferro hanno anche chiesto al ministro di incrementare immediatamente la quota da assegnare sul “Sistema della quota indivisa”, attraverso modifiche idonee a semplificare le misure di sbarco del prodotto nei porti designati.
Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Cotticelli: per scelta manager cercherò confronto con la Regione (SERVIZIO TV)

manfredi

Comune Catanzaro, il “pagellone” dei consiglieri tra il serio e il faceto (terza parte)

Danilo Colacino

Occhiuto firma la prima ordinanza da governatore: Varone confermato delegato Covid

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content