Calabria7

Petrini in loggia massonica “coperta”: con lui anche Pittelli

Rischiano di provocare un vero e proprio terremoto all’interno della giustizia le parole dell’ex giudice Marco Petrini, arrestato lo scorso gennaio nell’ambito dell’operazione “Genesi”.

L’ex presidente di sezione della Corte d’Assise di Catanzaro, secondo quanto riportato dalla Gazzetta del Sud, non solo starebbe svelando ai magistrati di Salerno rivelazioni sull’inchiesta “Genesi”, ma anche particolari sulla sua affiliazione ad una loggia massonica “coperta”. All’interno di questa loggia ci sarebbero anche altri sette magistrati del distretto di Catanzaro e alcuni avvocati dei fori di Catanzaro, Cosenza, Castrovillari e Vibo Valentia. Inoltre, lo stesso Petrini avrebbe anche proferito i nomi di alcune persone coinvolte, tra cui spicca quello di Giancarlo Pittelli, in manette nell’ambito dell’inchiesta “Rinascita-Scott”. L’avvocato, infatti, avrebbe presenziato al rito di iniziazione.
Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’editoriale, Regionali: Oliverio e Occhiuto, i Mario con un destino comune nel nome e non solo

Danilo Colacino

Arrestato ricercato, individuato da carabiniere libero da servizio

manfredi

Regionali, Forza Italia a Oliverio: “Elezioni a fine novembre”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content