Picchiano due persone per farsi consegnare denaro, arrestati

Sono stati arrestati perché responsabili dei reati di estorsione aggravata e lesioni personali aggravate.

Il provvedimento ha riguardato cinque persone di San Giorgio Morgeto, nel Reggino, raggunti dall’ordine di carcerazione eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Taurianova.

Il provvedimento ha riguardato cinque persone di San Giorgio Morgeto, nel Reggino, raggunti dall’ordine di carcerazione eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Taurianova.

Si tratta di A.S, 41 pregiudicato, G.A., 22enne precedentemente incensurato, D.F, 28enne gravato da precedenti di Polizia, V.A., 28enne, con precedenti di Polizia e G.S., 59enne precedentemente incensurato. Tutti sono stati condannati alla reclusione dai 4 ai 5 anni.

Le indagini hanno permesso di riscontrare che i soggetti, nel 2015 avevano malmenato con schiaffi, pugni e calci e mediante un bastone metallico due cittadini del luogo, costringendoli anche a consegnare 1.500 euro in contanti.

L’azione violenta era scaturita dopo che i malcapitati erano stati ritenuti responsabili di una truffa commessa a danno di G.A.

Lo stesso, in precedenza, aveva versato diverse centinaia di euro ad un terzo soggetto, contattato via internet, il quale gli aveva garantito la possibilità di conseguire una patente senza frequentare le lezioni presso la scuola guida.

Nonostante l’esborso in denaro la patente non era mai arrivata. Da qui, l’azione punitiva nei confronti dei due soggetti, picchiati per le vie del paese.

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti alla Casa Circondariale di Reggio Calabria.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L’associazione catanzarese Cam Gaia: “A fianco delle vittime… non siete sole. Abbiamo mezzi e strumenti per tutelarvi” 
L'uomo si è reso protagonista di numerosi atti vandalici e anche di una serie di aggressioni nei confronti di alcuni cittadini
A bordo del veicolo tre ragazzi, uno dei quali minorenni. Feriti i due poliziotti che hanno intimato l'alt al conducente
Un velista spagnolo disperso e due diportisti soccorsi da Guardia Costiera a Roccella Ionica e Crotone
Era stato rilasciato dal carcere di Vibo con l'obbligo di dimora ma aveva fatto perdere le proprie tracce
Si tratta dell'indagine della Procura di Vibo sui rifiuti smaltiti illecitamente nei terreni agricoli. Undici gli indagati
Il suo movimento “Sud chiama Nord” accanto al candidato a sindaco di Centro Francesco Muzzopappa
La Corte di assise di Catanzaro spiega, nel motivare la sentenza, le ragioni dell'esclusione dei futili motivi e della premeditazione
Entrambi erano finiti a processo dopo una denuncia presentata dalla minoranza nel 2020. Il Tribunale di Vibo: "Il fatto non sussiste"
Superficie di 10mila metri quadrati modificata in maniera permanente tramite terrazzamenti alti più di 20 metri
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved