La piscina di Vibo chiusa da un anno, le accuse del Pd al sindaco Limardo: “Non si perda altro tempo

Nonostante le denunce dell’opposizione in Consiglio comunale e le rassicurazioni dell’amministrazione di Palazzo Razza, la piscina di località Maiata vede ancora serrati i cancelli
Piscina comunale Vibo

Una struttura chiusa dopo il fallimento della società che ne curava la gestione e sui cui tempi di riapertura non vi è certezza. Nonostante le denunce dell’opposizione in consiglio comunale a Vibo Valentia, e le rassicurazioni dell’amministrazione di Palazzo Razza, la piscina di località Maiata vede ancora serrati i cancelli. Servono interventi, per circa 300mila euro, che una nuova realtà sportiva deve farsi carico e questo è uno degli scogli maggiori da superare. Si era tentato con la Federazione italiana nuoto ma il discorso si era poi interrotto.

Lo stallo

Lo stallo

E la fase di stallo prosegue, così come continuano i rilievi del Partito democratico vibonese nella persona del capogruppo Stefano Soriano il quale, avendo appreso dagli uffici competenti che, a distanza di più di un mese e mezzo dall’approvazione in consiglio comunale della variazione al Piano delle Opere pubbliche con la quale venivano destinati a tale scopo una parte del contributo originariamente destinato per intero alla Realizzazione della Cittadella dello Sport di Vibo Marina, non si è ancora provveduto ad attivare alcuna procedura che conduca alla realizzazione dei lavori ed al conseguente affidamento.

“Amministrazione compromessa”

“Avendo il massimo rispetto per i dipendenti della nostra amministrazione comunale che in oggettiva carenza organica si trovano ogni giorno a dovere lavorare su numerose pratiche, non mi resta che censurare l’operato di questa amministrazione in merito alla gestione del personale. Ritengo – scrive nella comunicazione indirizzata al sindaco Maria Limardo e al consigliere delegato allo Sport, Antonio Schiavello – che oramai si sia giunti ad una fase in cui a causa della mancanza di personale il funzionamento dell’Amministrazione sia seriamente compromesso e non si riescano più a mantenere i servizi quanto meno al livello minimo”.

“Non c’è più tempo da perdere”

È notizia di qualche giorno fa che la citta di Vibo occupa il penultimo posto seguita solo da Reggio Calabria nella classifica sulla qualità della vita e “proprio la mancanza di servizi come ad esempio una piscina comunale aperta e funzionante incide sicuramente sulla posizione occupata. Non credo che ciò possa essere sopportato dalla nostra città e dai nostri cittadini che hanno diritto ad avere la Piscina comunale con tutti i servizi che essa offriva.

Non può essere più usata come scusa quella del personale anche alla luce della notizia di qualche giorno fa che la commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali ha approvato anche per Vibo Valentia la rideterminazione delle dotazioni organiche. Non c’è più tempo da perdere”. Pertanto, Soriano, chiede che si avvii, senza ulteriori indugi, la procedura amministrativa relativa alla predisposizione e pubblicazione del bando per l’affidamento dei lavori della Piscina Comunale e contestualmente quello per la gestione della struttura non appena ultimati lavori. (f.p.)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La richiesta alla Procura che ha avviato un'inchiesta dopo la denuncia presentata dalla famiglia per la presunta mancata assistenza del congiunto
La ministra parla di maternità surrogata, femminismo e conclude il Festival Sciabaca organizzato da Rubbettino
Il detenuto aveva provato ad impiccarsi, ma il personale della Polizia Penitenziaria è intervenuto, non senza difficoltà
Fa discutere la battuta pronunciata all’assemblea diocesana di Rizziconi: “Gli auguriamo che venga con l’aereo così è meglio”
"E' stato in visita a Cosenza, Lamezia Terme e Reggio Calabria. La regione ha potuto giovarsi della sua autorevole presenza"
I certificati saranno rilasciati in esenzione dal bollo come previsto dal Testo unico delle spese di giustizia
Il sequestro preventivo ha riguardato l'azienda e gli animali presenti: circa 250 capi bovini e 258 capi ovicaprini
Rodolfo Scuteri, di professione commerciante, molto conosciuto in città, gestiva uno storico negozio di elettronica
Dall'onorevole Cannizzaro al consigliere regionale Tavernise, il mondo della politica mostra la sua vicinanza al governatore
"Il neo capitano giallorosso è un formidabile realizzatore, tanto come tiratore, quanto per le sue doti di spaccadifese in penetrazione"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved