Calabria7

Palestra coperta pronta da un anno ma chiusa: manca agibilità

di Nico De Luca – I lavori erano andati avanti veloci e la struttura sportiva era già pronta praticamente in pochi mesi. Invece ormai da oltre un annoi la palestra coperta del PoliGiovino, all’interno del centro polifunzionale, rimane miseramente chiusa.

“Manca solo il certificato di agibilità – commenta il fresco dirigente al Patrimonio provinciale arch. Giammarco Plastino, nominato dopo il rinnovo dell’amministrazione che dalla presidenza Bruno è passata a quella Abramo – e subito dopo potremo procedere alla gara d’appalto per la gestione”.

Possibile che ci voglia tanto tempo per procedere a tale verifica? In effetti sono numerosi i certificati che concorrono alla produzione dell’agibilità, uno dei quali è l’importante attestazione antincendio.

La palestra coperta è costata circa 300mila euro e gode ancora di un residuo di circa 170mila per completare le aree esterne, con illuminazione, parcheggio e marciapiedi. Si tratta di una struttura importante in legno lamellare, resistente ed utilizzabile nei mesi invernali ma anche in quelli caldi, spostando la copertura laterale che garantisce il ricambio di aria.

Vi si potrà giocare a pallavolo, pallamano, tennis e calcetto. Molto dipenderà dal programma che vorrà perseguire la società affidataria.

Il bando per l’affidamento è pronto, ma la solita burocrazia di tempi e passaggi potrebbero allo stato assicurare l’entrata in funzione dell’impianto entro il mese di luglio.

redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

San Floro, il 14 giugno il professor Pazzi ospite al Mulinum

Matteo Brancati

Spirlì e il viceministro Morelli al porto di Gioia Tauro: “Serve l’aiuto dell’Europa” (VIDEO)

bruno mirante

Amministrative 2019 Sellia Marina Domani, convegno su sport e sociale

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content