Calabria7

Politiche 2022, Fratelli d’Italia chiude la campagna elettorale a Catanzaro (VIDEO)

Si è conclusa nel quartiere Lido di Catanzaro la campagna elettorale di Fratelli d’Italia in Calabria per le elezioni politiche di domenica 25 settembre. Alla manifestazione, tenutasi al Dandy Club, hanno partecipato dirigenti e amministratori di Fratelli d’Italia e Gioventù Nazionale e i candidati alla Camera e al Senato. La serata ha avuto il suo culmine nel concerto ad ingresso libero della band Manna&Rino, tributo ad Alessandro Mannarino e Rino Gaetano.

Entusiasta la coordinatrice regionale del partito, Wanda Ferro: “Il Sud non deve vivere di assistenzialismo, ma deve avere pari opportunità rispetto alle risorse che arrivano per le infrastrutture, e la sanità deve riportare in Calabria i giovani che per una generazione hanno lasciato la nostra terra. La Calabria – prosegue Ferro – deve vedere il sostegno alla fascia degli anziani, dei deboli, di tutti coloro che rappresentano per noi un anello fondamentale”. Poi, sul reddito di cittadinanza: “Lo vogliamo per gli over 60, per gli invalidi, per chi ha molti figli a carico e per chi è fuori dal circuito del lavoro, ma durerà ben poco rispetto alle prospettive di chi lo prende”.

“Grande entusiasmo”

La Ferro si dice “abituata alle sfide impossibili: l’ho dimostrato al Comune di Catanzaro e alle Regionali di qualche anno fa quando gli esiti erano già scontati. L’entusiasmo che la gente trasmette è sicuramente una sfida che ci dà ancora più forza, consapevoli che all’indomani sarà una sfida che farà tremare le vene ai polsi per i tanti problemi che tutti conosciamo. Mi aspetto – prosegue – un risultato già previsto dalle piazze piene dove Giorgia Meloni ha testimoniato l’idea che la gente fosse più avanti delle fake news e della macchina del fango scatenata contro di noi”.

“Ministro? Ambizione nel cuore di tutti”

Il prossimo 28 settembre si rinnoverà anche la guida dell’amministrazione provinciale di Catanzaro: “Una doppia sfida che vede il proporzionale, quindi anche l’uninominale che per me diventa fondamentale per un motivo semplice: è la mia provincia, la terra in cui vivo. Pur ringraziando chi mi ha dato la possibilità nel vecchio collegio uninominale di Vibo Valentia, che avrà sempre ovviamente la mia gratitudine e la mia attenzione, devo riportare a casa la vittoria della mia gente”. Sull’ipotesi di ricoprire la carica di ministro, Wanda Ferro non si scompone: “E’ un ambizione che certamente è nel cuore di tutti, non soltanto mio. Il Sud dovrà essere degnamente rappresentato, ma prima di una poltrona deve essere rappresentato nei progetti”.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rinnovo contratto Sanità, Opi Catanzaro al tavolo di confronto in Puglia

Mirko

Sicurezza nella Cittadella regionale: “Dipendenti intimoriti. Innalzare livello vigilanza”

Mimmo Famularo

Regionali, Tansi: “Il diritto alla mobilità dei calabresi è assicurato male”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content