Calabria7

Politiche, Salvini a Catanzaro: “Io candidato in Calabria? Mi farebbe piacere” (VIDEO)

“Non so cosa stiano facendo i miei colleghi a Roma, però la Calabria la portiamo sicuramente in rappresentanza in Parlamento e spero di essere presenti in tutte le province. Sono assolutamente fiducioso”.  Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i giornalisti a margine di un incontro a Catanzaro con gli amministratori del partito. “Ci sono tantissime persone in gamba. I sindaci che ho incontrato oggi sarebbero molto meglio di alcuni ministri attualmente in carica. Ovviamente gli spazi sono limitati, faremo delle liste competitive da Cosenza alla Calabria centrale fino a Reggio. Spero di eleggere più di una o un calabrese”.

Il segretario della Lega non esclude una sua candidatura in Calabria: “Io sono a disposizione, mi candiderò dove mi chiederanno di candidarmi. Mi farebbe certamente piacere”. Su eventuali candidature di consiglieri e assessori regionali: “Tutti faranno la loro parte, sia candidati che non candidati. Sono soddisfatto del lavoro dei consiglieri regionali, dell’assessore e del presidente del Consiglio regionale. E’ una bella squadra. Avere una cinquantina fra sindaci e amministratori locali che entrano e ci danno una mano vuol dire che siamo sulla strada giusta. Penso che la Lega avrà un risultato positivo e sorprendente, non solo in Calabria”.

La vicenda di Beauty

Salvini ha poi commentato la vicenda della giovane nigeriana che ha ripreso con il suo cellulare un’aggressione in un lido di Soverato dove si era recata per farsi pagare le giornate di lavoro: “Non conosco la vicenda. Ma se uno aggredisce un’altra persona è un delinquente. Punto. Poi – ha rilevato Salvini – ci sono purtroppo centinaia di italiani aggrediti tutti i giorni ed è grave, se ci sono persone bianche, gialle, rosse e nere, verdi o fucsia che sono aggredite, sono crimini. Punto. Non stiamo qua a classificare se l’aggressione è bianca, nera o gialla. Se uno aggredisce una dipendente perché dev’essere pagata – ha concluso il leader della Lega – è un delinquente”.

“Pnrr va rivisto”

“Il Pnrr va rivisto, anche perché il costo delle materie prime e dell’energia è aumentato rispetto a quanto è stato scritto – ha detto il leader della Lega -. Quindi il Pnrr va assolutamente rivisto perché si rischia di non spendere una parte di quei soldi”.

“Doverosa la pace tra cittadini ed Equitalia”

“Ci sono cose che se siamo al governo con il centrodestra le possiamo fare. A esempio, la pace fiscale e la rottamazione delle cartelle di Equitalia. Noi al governo – ha ricordato Salvini – avevamo fatto 38 milioni di rottamazioni, poi il governo Pd-5 Stelle ha fermato tutto e lo stesso Draghi non ha più permesso nulla dal punto di vista della lotta alle cartelle di Equitalia. Al governo saremo noi a decidere e quindi, per quello che mi riguarda, una pace fiscale tra i cittadini ed Equitalia sarà doverosa. E’ un’operazione – ha proseguito il segretario della Lega – assolutamente vantaggiosa per le casse dello Stato”.

“Sbarchi di migranti ormai quotidiani, non è possibile”

“Calabria, Puglia, Sardegna: purtroppo gli sbarchi, ahimè, sono quotidiani, e i morti sono in aumento, i problemi sono in aumento. Lo abbiamo dimostrato al governo: coinvolgere e svegliare l’Europa – ha aggiunto Salvini – è possibile, contrastare gli scafisti è possibile, però bisogna volerlo. Nel solo mese di luglio di quest’anno sono sbarcati più clandestini che non in tutto il 2019. Non è possibile. I sindaci calabresi che ho incontrato chiedono aiuto anche perché hanno problemi di povertà con le famiglie calabresi e – ha concluso il leader della Lega – non possiamo permettercelo”.

“A Catanzaro il centrodestra ha sbagliato”

Infine, sulle recenti elezioni amministrative nel capoluogo calabrese: “A Catanzaro i cittadini hanno scelto la sinistra, quindi evidentemente il centrodestra ha sbagliato. E quando sbagli ne trai lezione. Alle politiche il simbolo della Lega ci sarà in tutta Italia. Il centrodestra sarà assolutamente unito dappertutto, i problemi in questo caso sono a sinistra”.

 

Matteo Salvini a Cosenza: “Il reddito di cittadinanza solo a chi non può lavorare”

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Iacucci: “Buon esame a tutti i maturandi”

Matteo Brancati

Sanità, Siclari (FI): “In Calabria mancano le risorse”

Matteo Brancati

Bar frequentato da pregiudicati, la Questura di Catanzaro dispone la chiusura per 10 giorni

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content