Calabria7

Polizia, reati vari a Catanzaro e provincia: quattro denunce

arresti reggio

Nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, personale dell’UPG e SP della Questura di Catanzaro ha denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria il cittadino eritreo G.T. cl.1996 per la inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

Operatori dello stesso Ufficio hanno segnalato alla competente Autorità Amministrativa, ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90, G.F. cl.95, trovato in possesso di una modica quantità di sostanza  stupefacente tipo marijuana.

Personale del Commissariato Sezionale di Catanzaro Lido ha denunciato in stato di libertà alla competente Autorità giudiziaria C.U. cl.97, per inosservanza delle prescrizioni del foglio di via obbligatorio.

Il 28 agosto u.s., a Lamezia Terme  è stata eseguita da personale del Commissariato di P.S., nei confronti di A.G., cl.1988, la misura cautelare personale dell’allontanamento dalla casa familiare ai sensi dellðart.282 bis C.P.P., con ordinanza nr.859/2019 RGNR e nr.1099/2019 RG GIP emessa dal GIP presso il Tribunale di Lamezia Terme, con la prescrizione di lasciare immediatamente la casa familiare, ovvero di non farvi rientro e di non accedervi senza l’autorizzazione del Giudice, di non avvicinarsi ai luoghi di domicilio, residenza, lavoro, studio e svago abitualmente frequentati dalla P.O., C. R., e di mantenere una distanza non inferiore a metri 100 nell’eventualità di incontro occasionale, in quanto ritenuto responsabile dei reati di cui agli artt. 61 nr. ll-quinques, art.94.572 c.1 0 c.p.. , per aver maltrattato la predetta P.O., convivente more uxorio, ponendo in essere una serie di atti vessatori, violenti e minatori, tali ed idonei a cagionare nella stessa sofferenze ed umiliazioni, incompatibili con le normali condizioni di vita.

In particolare il personale operante, a seguito della denuncia della P.O., che dopo mesi di maltrattamenti subiti, si era determinata a sporgere querela per i fatti commessi a suo danno, è riuscito, con un’intensa e particolareggiata attività di indagine, a riscontrare, dalle successive dichiarazioni della P.O. e dalla sommarie informazioni rese dai familiari della predetta, ulteriori elementi di fatto da far ritenere la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza nei confronti di A. G. per il reato di maltrattamenti in famiglia che hanno portato dapprima il P.M., Dott. Giuseppe Falcone-Sost.Proc.-, a richiedere la suddetta misura cautelare al GIP del Tribunale di Lamezia Terme e successivamente allo stesso GIP di emettere la suddetta ordinanza.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Bancarotta: deve scontare 6 anni, 76enne arrestato a Crotone

Matteo Brancati

Pensionato morto durante tentativo rapina nel Pesarese, arrestati quattro calabresi

manfredi

Forestazione, il commissario Mariggiò a muso duro contro l’assessore regionale Gallo

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content